L'oroscopo di Dante Alighieri

Versi sparsi per il 2021

L'oroscopo di Dante Alighieri
Scrivi -Luigi Nacci- per Consiglio comunale Erice

Nel settecentesimo anniversario della morte "fisica" del Sommo Poeta, Dante Alighieri, anche noi vogliamo celebrarne la grandezza prendendo in prestito alcuni passaggi della Divina Commedia per adattarli, fra il serio ed il faceto, ad un eventuale oroscopo.
Vi ci ritrovate?


ARIETE :
“Ahi giustizia di Dio! tante chi stipa
nove travaglie e pene quant'io viddi?
e perché nostra colpa sì ne scipa?”  
Inferno, Canto VII, v. 19.21

TORO:
«Ma se l’amor de la spera supprema
torcesse in suso il disiderio vostro,
non vi sarebbe al petto quella tema»
Purgatorio, Canto XV, v. 52-54

GEMELLI:
«Tu vuo’ se con altro servigio, 
per manco voto,
si puó render tanto che l’anima sicuri di letigio »
Paradiso, Canto V, v. 13-15

CANCRO:
«Ahi anime ingannate e fatture empie,
che da sì fatto ben torcere i cuori,
drizzando in canità le vostre tempie!»
Paradiso, Canto IX v. 10-13

LEONE: 
“Pàrtiti, bestia, ché questi non vene
ammaestrato da la tua sorella,
ma vassi per veder le vostre pene".
Inferno, Canto XII, v. 19,21

VERGINE:
« Ma da ch’è tuo voler che più si spieghi
di nostra condizion com’ell’è vera,
esser non puote il mio che a te si nieghi »
Purgatorio, Canto I, v. 55-57

BILANCIA:
« Omai puoi giudicar di quei cotali
ch’io accusai di sopra e di lor falli,
che son cagion di tutti vostri mali»
Paradiso, Canto VI, v. 97-99

SCORPIONE:
«Qual è colui che grande inganno ascolta
che li sia fatto, e poi se ne rammarca,
fecesi Flegïàs ne l’ira accolta. »
Inferno, Canto VIII, v. 22-24

SAGITTARIO:
“novi tormenti e novi tormentati
mi veggio intorno, come ch'io mi mova
e ch'io mi volga, e come che io guati.”
Inferno, Canto VI, v. 4-6

CAPRICORNO:
«Credi per certo che se dentro a l’alvo
di questa fiamma stessi ben mille anni,
non ti potrebbe far d’un capel cavo»
Purgatorio, Canto XXVII v. 25-27

ACQUARIO:
« La divina bontà, che da sé sperne
ogne livore, ardendo in sé, sfavilla
66 sì che dispiega le bellezze etterne »
Paradiso, Canto VII, v. 64-66

PESCI :
«Secondo che ci affliggono i disiri
e li altri affetti, l’ombra si figura;
e quest’è la cagion di che tu miri»
Purgatorio, Canto XXV, v.106-108

--------

E voi? Di che segno siete?
Siete da Paradiso, da Purgatorio o per voi è riservato l'Inferno (Dantesco, si intende)?  

Fatecelo sapere andando sulla nostra pagina Facebook e lasciando un commento sotto la rubrica "L'oroscopo dei VIP".
Alla settimana prossima.