Trapani, aumenta 'a sorpresa' il costo delle strisce blu

Un euro l'ora per le zone rosse, 70 centesimi invece per le gialle. L'ultima beffa per i cittadini di questa città

Trapani, aumenta 'a sorpresa' il costo delle strisce blu
Scrivi -Luigi Nacci- per Consiglio comunale Erice

Trapani è ambigua. Sembra non avere l’umiltà di definirsi provincia ma nemmeno il coraggio di essere città. Con le sue regole, i suoi linguaggi ed anche il suo dialetto. Ha percorsi e storie interessanti da raccontare. Affascina ma non cattura. Instaura relazioni conflittuali con i suoi figli nativi, e liquide con gli ospiti. Ed in un momento storico come quello che stiamo vivendo, di continua intermittenza, tra un lockdown e l’altro,  le “sue” beffe oltre i danni sembrano non mancare. In ultimo, l’aumento delle tariffe delle strisce blu.

La zona rossa è passata da 0,80 cent ad 1 euro ad ora, con conseguente aumento del minimo di 30 minuti a 60 cent. Stesso aumento è stato previsto per la zona gialla che è passata da 0.50 cent a 0.70 cent all’ora con un minimo di trenta minuti ad una tariffa pari a 0.40 cent. Novità appresa dai più al momento del pagamento del servizio, senza quindi alcuna debita comunicazione/preavviso.

Decisione che non piace e non convince affatto. Soprattutto in una fase di “ripartenza” in cui diminuire i prezzi sarebbe stato necessario. Per non perdere ancora. Altri consumi, altri guadagni. Altre persone. Per assestarci. Per dimostrare che si vuole che restiamo qui, perché siamo parte di questa città e del suo tessuto più intrinseco. Noi che non l’abbiamo scelta, ma abbiamo consapevolmente deciso di restare. Di scoprirla, capirla e raccontarla. Noi che l’amiamo ed odiamo al contempo. Noi che con le nostre radici, relazioni e lavoro siamo linfa. Noi che ancora una volta riteniamo che lasciarsi sarebbe un peccato. E questo vale per noi, ma siamo certi anche per lei. Quindi, cara terra nostra, ascoltaci!