Trapani - Cantù, la gara dei granata

Momenti, commenti e retroscena delle gare dei nostri beniamini, con gli occhi sempre tinti di granata.

Trapani - Cantù, la gara dei granata
Scrivi -Luigi Nacci- per Consiglio comunale Erice

Non c'è molto da discutere o da aggiungere sulla sconfitta di domenica. Troppo più forte l'avversario, troppo complicato il momento di Trapani, che purtroppo durerà ancora per diverse partite. Calma e gesso sarebbe un buon punto di (ri)partenza per tutti quanti.

Questi i voti per la partita di domenica scorsa contro Cantù:

- Elijah Childs: 18 pt in 36 min. Ancora una prestazione di grande solidità contro avversari di livello. Firma un'altra doppia doppia, fa quel che può, al netto di qualche ingenuità dovuta alla giovane età. Conferma. Voto 7.

- Matteo Palermo: 2 pt in 27 min. Difficile commentarlo. Non è il giocatore che abbiamo imparato a conoscere. Non è il metronomo che faceva girare tutta la squadra e migliorava i compagni. Speriamo sia un problema di condizione, perché Trapani non può fare a meno del suo contributo. Voto 5-.

- Marco Mollura: 15 pt in 40 min. Neanche un secondo in panca ed è già un voto. Forse coach Parente gli fa preparare e distribuire anche il the nello spogliatoio per evitare che si fermi. Ha cambiato avversari, ha cambiato ruolo, ha lottato (come sempre), ha segnato, ha sgomitato, è stato l'ultimo ad arrendersi (da vero capitano). Da clonare. Voto 7,5.

- Vincenzo Guaiana: 3 pt in 27 min. Il suo contributo non può essere una tripla a partita. Deve crescere, magari non era la partita giusta o forse sì, spesso si impara più da una sconfitta che da tante vittorie. Speriamo bene perché il suo contributo è importante, e oggi, nelle condizioni in cui è Trapani, è più che mai necessario. Voto 5.

- Sekou Wiggs: 27 pt in 35 min. Un passo indietro rispetto a Orzinuovi. Il suo tabellino è pieno, però tante sue scelte in partita sono state quantomeno discutibili. Troppo individualista, poco disponibile a giocare con i compagni, ha attaccato in continuazione (13 falli subiti), ma quasi mai ha aperto il gioco per i compagni. Troppo spesso si è andato ad infilare in un imbuto difensivo senza uscita, troppo facile per il muro canturino chiuderlo. E i tiri liberi....restano un momento di pathos per tutto il palazzetto. Resta il tabellino pieno. Voto 6,5.

- Kovachev Martin: n.e.

- Valerio Longo: n.e.

- Giovanni Minore: 0 pt in 1 min. Niente da dire

- Ygor Biordi: 2 pt in 16 min. Sbraccia, sgomita, lotta, vale quanto detto in precedenza. Non si può chiedere molto di più a questo ragazzo. Questo non vuol dire che non può migliorare, anzi, ma l'atteggiamento è quello giusto. La soluzione provata dal coach con lui in campo è stata la migliore. Testa bassa e pedalare. Voto 6+.

- Gabriele Romeo: 5 pt in 19 min. Si sta inserendo ed è quello che deve fare. Non ci prende (per adesso) da oltre l'arco e questo e' un problema. Speriamo possa aggiungere qualcosina perché Massone e Tomasini ne avranno ancora per parecchio. Voto 5,5.

- Salvatore Basciano: n.e.

- Daniele Parente: Onestamente, cosa avrebbe potuto fare di più? Lucido e sereno nel dopo gara quando ha "spiegato" la partita: Trapani ha fatto buone cose, soprattutto in difesa, ma non ha saputo farle fruttare, Cantù ha fatto esattamente il contrario. Commettiamo ancora errori dovuti, oltre che alla situazione contingente, all'inesperienza e alla gioventù. Per i primi purtroppo ancora ci vorrà del tempo, per i secondi speriamo possa volercene il meno possibile. Intanto la sua lucidità, resta, a mio avviso, una garanzia. Voto 7 (di immutata stima).