La Pallacanestro Trapani domenica affronta in casa la Reale Mutua Torino

I piemontesi sono tra le squadre favorite per il salto di categoria

La Pallacanestro Trapani domenica affronta in casa la Reale Mutua Torino
Scrivi -Luigi Nacci- per Consiglio comunale Erice

Torino è una squadra che ormai stabilmente inizia la stagione con grandi ambizioni. La cocente delusione dello scorso campionato (finale persa in casa all'ultimo secondo di gara cinque contro Tortona) ha indotto la proprietà a rivoluzionare il roster a disposizione di coach Edoardo Casalone, mantenendo tuttavia invariata la competitività della squadra. (Quasi) tutto passa dalle mani dell'americano Trey Davis, che riesce ad essere decisivo sia che decida di mettersi in proprio, sia che decida di giocare con i compagni (oltre 15 pt di media e oltre 5 assist a partita). L'altro americano è il centro Devon Scott, che, oltre a fare il suo nel pitturato, riesce a rendersi pericoloso anche lontano da canestro. Da lui rimbalzi e punti sono garantiti. Il quintetto è solitamente completato dalla guardia e capitano Mirza Alibegovic (nella foto), il cui nome è garanzia di punti e qualità, ma che ormai non è più "soltanto" il figlio del grande Teo, dall'ala piccola Niccolò De Vico giocatore con tanta esperienza al piano di sopra e dal 4/5 Aristide Landi, un lungo moderno, con una mano morbidissima che usa con grande regolarità. Dalla panchina si alzano il play Ruben Zugno, ormai un abituè della categoria, l'ala Daniele Toscano che spesso sfrutta il suo fisico imponente per avvicinarsi a canestro diventando così una importante arma tattica per il suo coach e il centro Giordano Pagani, che sta meritandosi la fiducia del coach a suon di ottime prestazioni. Torino porta ben 5 uomini in doppia cifra di media, ma sostanzialmente ruota questi 8 uomini. Il roster della Reale è completato dal giovane Francesco Oboe e dai giovanissimi Gianluca Fea e Federico Avino, che tuttavia hanno trovato fin qui poco spazio nelle rotazioni.