2 B Control Trapani-Edilnol Biella: le pagelle

Momenti, commenti e retroscena delle gare dei nostri beniamini, con gli occhi sempre tinti di granata.

2 B Control Trapani-Edilnol Biella: le pagelle
Scrivi -Luigi Nacci- per Consiglio comunale Erice

Una vittoria all'esordio è sempre un risultato importante a prescindere se ci siano imperfezioni o sbavature: guai se non fosse così alla prima di campionato. Mettiamo serenamente fieno in cascina e concentriamoci sulla prossima gara, prima trasferta stagionale, contro Treviglio.

Queste le pagelle della gara contro Biella:

- Ygor Biordi. 10 min in campo. 5 pt. Buona presenza, conferma le note positive delle ultime amichevoli. Lotta, sgomita, fa un po' di lavoro sporco ma lascia anche la sua firma sul tabellino. Importante che si confermi. Voto 6.5;

- Sekou Wiggs. 29 min in campo. 19 pt. Ottimo inizio di partita, buone iniziative sia personali che per i compagni. Finisce un po' in riserva, anche per via di un piccolo infortunio alla caviglia nel terzo quarto, ma resta nel complesso una prova positiva. Da rivedere le 4 palle perse. Sicuramente dal suo rendimento passeranno tante fortune per questa squadra. Voto 6.5.

- Salvatore Basciano. n.e.

- Simone Tomasini. 25 min in campo. 10 pt. Importante, importantissimo il suo contributo. Praticamente ha saltato la pre-season e non abbiamo potuto apprezzare la sua importanza. Necessario in difesa è stato utilissimo anche in attacco. Voto 6.5;

- Elijah Childs. 24 min in campo. 17 pt. Forse era il più atteso, probabilmente perché è quello che nasconde più incognite visto il suo status di rookie. Non ha voluto strafare e questo va sicuramente a suo merito, si è limitato all'essenziale, spesso ha condizionato le scelte offensive degli avversari e in attacco si è fatto sentire. Risultato 17 pt, 9 rb (di cui 6 in attacco). La sensazione è che se i compagni imparano in fretta come "armarlo" lo vedremo spesso sopra il ferro. Sicuramente da rivedere contro avversari più "pesanti" ma intanto ha rotto il ghiaccio. Voto 6.5;

- Vincenzo Guaiana. 8 min in campo. 3 pt. Il coach lo fa partire in quintetto, ma forse il nostro accusa un po' l'emozione. Ci può stare. Un po' più sciolto nella seconda parte della gara, dove trova anche il modo di firmare una tripla. La sua crescita è necessaria per questa squadra. Voto 6+ (il + è d'incoraggiamento);

- Marco Mollura. 27 min in campo. 7 pt. Trapanese, alla prima partita da capitano, in casa, con i tifosi dopo più di un anno e mezzo, ce ne sarebbe abbastanza per bloccare più di un "freddo", figuriamoci lui che potrà essere tutto meno che freddo. Sicuramente un po' di emozione l'ha sentita, qualche storia tesa con Davis, qualche discussione con la terna, ma tutto nella norma. In questo precampionato ci eravamo abituati ad una sua presenza più massiccia nel tabellino, ma alla fine, quel che deve fare, Marco, lo fa sempre. Voto 6.5;

- Federico Massone. 23 min in campo. 7 pt. Magari è uno di quei giocatori che nelle amichevoli fanno più fatica. Di sicuro fin qui era stato uno dei più discontinui. Domenica invece abbiamo rivisto quel giocatore che tante volte avevamo apprezzato da avversario a dispetto della sua giovane età. La sensazione è che coach Parente straveda per lui, i suoi mezzi tecnici e atletici sono enormi, deve soltanto (si fa per dire) prenderne consapevolezza. Voto 6.5;

- Matteo Palermo. 29 min in campo. 8 pt. Il più utilizzato. Ci sarà un motivo. Matteo resta sempre il metronomo di questa squadra, nonostante le caratteristiche siano diverse da quella dello scorso anno. 6 falli subiti, precisissimo ai liberi, solita calma nei momenti (pochi per la verità) di tensione. Semplicemente Matteo Palermo. Voto 6.5;

- Giovanni Minore. 1 min campo. 0 pt. un solo minuto che sarà servito probabilmente a pagare i dolcini ai compagni, ma che sicuramente ricorderà per tutta la sua vita. Un altro trapanese in maglia granata, un altro prodotto del vivaio che esordisce in prima squadra, il giusto premio anche per qualche infortunio, anche importante, che ha ritardato questo momento. Adesso però bisogna lavorare! Voto non necessario.

- Martin Kovachev. n.e.

- Celis Taflaj. 19 min in campo. 13 pt. Lo abbiamo aspettato. Domenica si è preso il ruolo di specialista. 4 bombe che hanno spaccato la partita e la sensazione che possa essere un'arma tattica in mano al coach di notevole importanza. Può essere utilizzato in un quintetto "piccolo" come in uno "grosso" grazie alla sua duttilità. Voto 7;

- Daniele Parente. Nessuna alchimia particolare, ha gestito abbastanza serenamente uomini e momenti. Sereno e obiettivo nel post partita quando ha sottolineato il valore della vittoria all'esordio, senza però trascurare che c'è tanto da lavorare. L'anno scorso di questi tempi faceva la conta per vedere chi avrebbe avuto a disposizione, quest'anno è carico a mille per via delle mille soluzioni che il roster gli consente, potendo rivoltare i quintetti a suo piacimento. Quella di quest'anno è la sua squadra e quella che vedremo sarà la sua idea di pallacanestro. Voto 7.