Alcamo, verso le elezioni d'autunno: il centrodestra si divide e punta su due candidati sindaco

Da un lato Forza Italia, UdC e Fratelli d'Italia, dall'altro la Lega e gli autonomisti

Alcamo, verso le elezioni d'autunno: il centrodestra si divide e punta su due candidati sindaco
Scrivi -Luigi Nacci- per Consiglio comunale Erice

Era nell'aria e malgrado i buoni propositi affidati alle dichiarazioni stampa, ad Alcamo fra Nino Papania e Mimmo Turano sarà guerra elettorale. Perchè, è inutile girarci attorno, la sfida delle sfide sarà proprio il confronto fra i due big della politica alcamese. 

Ma andiamo alla cronaca di queste ore. Per UdC, Forza Italia, Fratelli d'Italia e Centrali per la Sicilia, il candidato sindaco sul quale puntare è l'avvocato Leonardo Salato. Il suo nominativo è stato ufficializzato ieri nel corso di un vertice fra i coordinatori della coalizione e, nella medesima riunione, è stata ufficializzata anche la designazione del vice-sindaco nella figura dell’avvocato Alessandro Fundaró di Fratelli D’Italia.

Il centrodestra va diviso, come dicevamo, perchè proprio stamattina è arrivata l'ufficializzazione di un'altra coalizione a trazione Lega-Autonomisti che vede il raggruppamento di Lega, SiAmo Alcamo, Movimento Nuova Autonomia, Cantiere Popolare, Movimento VIA, Destra Liberale – Lista Orgoglio e Territorio. QUeste sigle politiche hanno costituito un coordinamento autonomo che nelle prossime ore proporrà il candidato sindaco della coalizione.  

Una sfida nella sfida, dunque, per le prossime Amministrative d'autunno nella città di Cielo d'Alcamo.