Misiliscemi, Giacomo Tranchida indica la via verso le elezioni

La campagna elettorale entra nel vivo

Misiliscemi, Giacomo Tranchida indica la via verso le elezioni
Scrivi -Luigi Nacci- per Consiglio comunale Erice

Le truppe a sostegno del Sindaco di Trapani annunciano la loro discesa in campo alle prossime elezioni amministrative (le prime) del nuovo Comune

Un annuncio che, a dire il vero, negli ambienti politici e giornalistici era atteso da tempo. Giacomo Tranchida ha allertato le truppe esortando “i suoi” a prepararsi per la battaglia elettorale che vedrà il Comune di Misiliscemi andare alle prime elezioni amministrative della sua ancora da scrivere storia, nella prossima primavera.

La decisione è stata ratificata nel corso di un incontro politico avvenuto ieri sera alla presenza del Sindaco, del Presidente del Consiglio comunale Giuseppe Guaiana, degli Assessori e Consiglieri, ad iniziare dagli eletti delle frazioni di Trapani, oggi Misiliscemi. Sono tutti convinti, e l’elencazione di quanto fatto sinora per quelle frazioni li conforta, di aver lavorato bene per i cittadini trapanesi di Misiliscemi e questo li spinge a non abbandonare il territorio lavorando ad una proposta politica e programmatica che li vedrà impegnati nelle prossime elezioni.

Ma cosa è stato fatto?
L’elenco è lungo e profuma già di comunicazione propedeutica alla campagna elettorale. Del resto Giacomo Tranchida, per queste cose, è un vero e proprio maestro.

Eccolo, l’elenco di ciò che è stato prodotto per i cittadini di quelle ex frazioni trapanesi.
Riportiamo pedissequamente la nota arrivata in redazione.

Lo sfacelo ereditato nel 2018, tanto in città quanto nelle frazioni, oggi Misiliscemi, ha portato la Giunta Tranchida e la maggioranza di governo ad impegnarsi senza tregua su un doppio binario: di prima manutenzione ed emergenziale e di programmazione. A fronte del ripristino delle condizioni di sicurezza con la riattivazione di larga parte degli impianti di illuminazione, manutenzione stradale ed urbanizzazione (con interventi prossimi ed ulteriori su Guarrato e Salinagrande, ma anche in altre frazioni e già copiosamente finanziati) si aggiungeranno la collocazione di altri impianti di pubblica illuminazione ed il completamento delle strade di penetrazione e perpendicolari alla SP21 come da progetto corrente su finanziamento dalla Regione. Così come stimolati e in fase avanzata i progetti di Ferrovie dello Stato per la soppressione di diversi passaggi a livello e viabilità alternativa. Sul versante della promozione e valorizzazione turistico culturale, oltre al progetto per la Ciclo-pedonale costiera a valere su fondi regionali, la maggioranza di governo e’ impegnata nel finanziamento con fondi del bilancio comunale per il completamento del litorale costiero / Viale Mothia di Marausa così come per la valorizzazione della località balneare con il recupero e realizzazione del Parco Archeologico della Nave Romana oltre ad alcuni interventi di arredo urbano di piazze e slarghi ed aree gioco, Locogrande compresa.
In fase di prima elaborazione progettuale, grazie al FLAG Torri e Tonnare del litorale trapanese, il Contratto di Sviluppo Integrato Costiero comprenderà la realizzazione del sistema fognario – depurativo delle frazioni di Misiliscemi, in prima battuta prospicienti il mare al pari di tutte quelle allo stesso comunque ortograficamente collegate da canali e corsi d’acqua. Agenda Urbana contiene le progettualità per la riqualificazione del Campo sportivo di Bonacerami, dopo che gli impianti di Palma sono stati già realizzati con fondi comunali, così come verrà riproposto il “Dopo di Noi” e nelle more riattivato come Centro Diurno per famiglie con soggetti in difficoltà il bene confiscato alla mafia in località Marausa via Pace. Insieme a Siciliacque, nell’ambito della complessiva valorizzazione del sistema idrico di Bresciana si sta procedendo alla definizione degli anelli idrici da realizzarsi onde attuare ulteriori interventi per il miglioramento della distribuzione.
Sul versante raccolta differenziata il CCR mobile si ritiene debba essere strategicamente
mantenuto rispetto alla realizzazione fissa dello stesso atteso le distanze intercorrenti tra le frazioni, così come favorita la diffusione della compostiera domestica anche i fini dello sgravio TARI. Al pari potenziato il servizio di trasporto scolastico e quello urbano ATM anche con nuovi servizi grazie all’accrescimento della flotta mezzi. Sul fronte dei Servizi Sociali e Demografici, anche in conseguenza della nascita del nuovo Comune di Misiliscemi, oltre all’attuazione di sportelli mobili (azione non più intrapresa causa pandemia Covid, al pari della delocalizzazione di un presidio di Vigili Urbani nelle frazioni) bisognerà pianificare e supportare l’organizzazione informatica anche rivisitando la progettualità finanziata in Agenda Urbana. Il sistema scolastico di Misiliscemi, non potendo più contare sulle opportunità finanziarie statali di cui beneficerà Trapani come città capoluogo non solo non deve essere trascurato ma merita una nuova strategia per acquisire finanziamenti volto a migliorarlo. Grande spazio all’attuazione programmatica delle azioni per la valorizzazione delle peculiarità agro-alimentare che proprio nei territori trapanesi dell’odierna Misiliscemi riscopre sostanza e la sua ragion d’essere”.

E poi l’annuncio che apre, di fatto, la campagna elettorale su Misiliscemi: ” Ovviamente, sul piano politico, tanto il Sindaco e la Giunta quanto i Consiglieri comunali, non solo non intendono arretrare di un millimetro nelle attività di servizio amministrativo in favore dei cittadini trapanesi di Misiliscemi, ma ritengono doveroso provare ad assicurare una prospettiva di buon governo, credibile ed autorevole, che possa completare e realizzare le
azioni in campo, e rilanciarne di nuove nel futuro contesto politico-amministrativo chiamato al voto nel 2022. E proprio in vista di tale scenario ieri sera e’ stata ribadita la volontà condivisa da parte di tutte le liste civiche e realtà politiche che sostengono l’esperienza di governo trapanese, di pervenire ad un impegno unitario rinnovato per il territorio trapanese di Misiliscemi, aperto all’eventuale contribuito di altre forze locali che intendano collaborare nel restituire diritti e pari opportunità alle locali frazioni colpevolmente troppo trascurate nel passato. La riunione ha preso atto anche delle prime disponibilità a candidature interne, tanto a Sindaco di Misiliscemi quanto al Consiglio comunale, in una logica di servizio che, a priori, non vuol escludere né il confronto esterno alla coalizione né l’istituto delle primarie per l’eventuale selezione e prima legittimazione popolare di fronte a più candidature della stessa od allargata futura coalizione”
.

Alea iacta est, avrebbe detto un altro “Imperatore” leggermente più famoso.