Misiliscemi non ha i dati Covidi, l'Asp: 'Manca l'attivazione Istat'

Domani l'intera provincia trapanese entrerà in zona arancione. Il neo comune rimane imbrigliato nella burocrazia

Misiliscemi non ha i dati Covidi, l'Asp: 'Manca l'attivazione Istat'
Scrivi -Luigi Nacci- per Consiglio comunale Erice

Non esiste un calcolo della popolazione Istat per il Comune di Misiliscemi. Ecco perché l’Azienda provinciale di Trapani non sarebbe in grado di determinare il calcolo dei dati pandemici da Covid19 differenziandoli da quelli afferenti il Comune di Trapani (leggi qui l’articolo).

Di fatto, l’ultimo censimento Istat rileva che il 20 febbraio 2021 il comune di Trapani ha ceduto delle zone di territorio a Misiliscemi (il neo comune compirà un anno il prossimo 10 febbraio). L’Istituto nazionale di statistica registra a quella data dunque un netto calo di residenti (oltre 8.000) dal territorio madre, quello di Trapani, senza però avere mai attivato la procedura di calcolo da riversare sul nuovo Comune di Misiliscemi.

Secondo l’Asp provinciale nessuno avrebbe ancora sbloccato il meccanismo burocratico del doppio conteggio, o meglio ancora: nessuno avrebbe ancora attivato il nuovo canale del comune di Misiliscemi presso l’Istat. Da qui il bollettino giornaliero dei contagi da Covid per il Comune di Trapani che comprende ancora la popolazione delle ex frazioni a Sud del territorio.

Nel frattempo domani, 15 febbraio, i 24 Comuni della provincia di Trapani entreranno in zona arancione con le nuove limitazioni che potrete leggere cliccando qui. Tranne che per il 25esimo e ultimo Comune trapanese, quello di Misiliscemi, rimasto imbrigliato nel limbo della maglia burocratica. Al netto di provvedimenti dell’ultima ora infatti, Misiliscemi rimane al momento ‘zona franca’ dalle regole per il contenimento delle normative anti Covid. Cosa assolutamente diversa risulta, ovviamente, dall’essere zona franca dal contagio del virus.