Favignana, non luogo a procedere per Tranchida e Pagoto sulle stabilizzazioni ASU

L'ex sindaco di Favignana dovrà rispondere in giudizio, assieme a Leonardo Di Benedetto, di quelle sull'Area Marina

Favignana, non luogo a procedere per Tranchida e Pagoto sulle stabilizzazioni ASU
Scrivi -Luigi Nacci- per Consiglio comunale Erice

Il Giudice delle udienze preliminari, nel tardo pomeriggio di ieri, si è pronunciato sul procedimento Aegades 2 che vedeva tenersi l'ultima udienza prelimimare per il sindaco di Trapani Giacomo Tranchida, l’ex sindaco di Favignana Peppe Pagoto, ed i funzionari comunali Patrizia Salerno, Vincenzo Barone, Leonardo Di Benedetto oltre che l’ex comandante della polizia municipale Filippo Oliveri.

La dottoressa Roberta Nodari ha decretato il non luogo a procedere per tutti - quindi anche per Tranchida (all'epoca dei fatti contestati dai PM primo cittadino di Erice) e per Pagoto - sulla stabilizzazione dei dipendenti ASU (Attività Socialmente Utili) tramite una convenzione che permetteva il trasferimento dei due soggetti a Favignana (che in organico non aveva dipendenti Asu). Il GUP, invece, ha disposto il rinvio a giudizio dell'ex sindaco Pagoto e dell'allora capo settore dell'amministrazione egadina Leonardo Di Benedetto, per i capi d'imputazione che riguardavano la stabilizzazione di alcuni dipendenti all'Area Marina Protetta.