Mazara del Vallo: pubblicato l'avviso per l'affidamento dei beni confiscati

Mazara del Vallo: pubblicato l'avviso per l'affidamento dei beni confiscati
Scrivi -Luigi Nacci- per Consiglio comunale Erice

E' stato pubblicato all'albo pretorio online del comune di Mazara del Vallo, l'avviso per l’assegnazione in concessione gratuita di beni sottratti alla criminalità organizzata ed acquisiti al patrimonio comunale, per finalità sociali. Si tratta, in particolare, di undici beni: tre villette in contrada Bianca, contrada Triglia Scaletta e via dei Ponticcioli, un immobile in via Porta Palermo pozzo Regina e sette appezzamenti di terreno. Anche l’elenco di beni da assegnare in concessione gratuita è pubblicato. Possono presentare istanza per l’assegnazione in concessione gratuiti dei beni confiscati: comunità, enti, ed associazioni maggiormente rappresentative degli enti locali; associazioni di volontariato, cooperative sociali, comunità terapeutiche e centri di recupero e cura di tossicodipendenti, associazioni di protezione ambientale riconosciute, operatori dell'agricoltura sociale. Le domande, utilizzando i modelli d’istanza e di autodichiarazione allegati all’avviso pubblico, debbono essere presentate entro e non oltre le ore 12 dell’11 novembre 2021. "La concessione del bene – si legge nell’avviso a firma del dirigente Maurizio Falzone - è finalizzata al suo pieno utilizzo per realizzare attività sociali in senso ampio al servizio del territorio al fine di rafforzare e accrescere la cultura della legalità e creare un’opportunità di sviluppo, con l’obiettivo di creare centri e luoghi di aggregazione al fine di combattere il disagio sociale, l’emarginazione, l’isolamento. Dopo l’acquisizione delle domande il Comune potrà richiedere alla Prefettura competente il rilascio di informazioni tendenti ad attestare la insussistenza di tentativi di infiltrazione mafiosa. Come previsto dal regolamento approvato dal consiglio comunale: la documentazione e le proposte progettuali saranno valutate dalla Commissione costituita con provvedimento del Responsabile del Settore competente che la presiede. La Commissione, che sarà costituita da almeno 3 Dirigenti del 1 °, 2° e 3° Settore, individuerà il concessionario sulla base di una valutazione comparativa delle ipotesi progettuali presentate che devono essere tese al miglioramento ed allo sviluppo dei beni assegnati".