Mazara del Vallo, cambia il calendario di raccolta rifiuti per chi è in quarantena

Mazara del Vallo, cambia il calendario di raccolta rifiuti per chi è in quarantena
Scrivi -Luigi Nacci- per Consiglio comunale Erice

L’aumento di cittadini in isolamento domiciliare, a causa della recrudescenza a Mazara del Vallo di casi positivi al Covid-19, ha reso necessaria una rimodulazione del calendario di raccolta dei rifiuti indifferenziati.

L’Ufficio comunale Ambiente ha reso noto che Il servizio di raccolta, presso le abitazioni di quanti si trovano in quarantena obbligatoria, è stato modificato e suddiviso in due macro aree e giornate diverse.

Il servizio verrà effettuato:

- lunedì e giovedì, nella zona denominata “Centro Città”, comprendente il perimetro delimitato dal Fiume Mazaro a Est, a Sud della Statale 115, via Falcone Borsellino, viale Africa, lungomare San Vito fino a piazzale Quinci;

- martedì e venerdì, nella zona 2 che si trova al di fuori del perimetro della zona 1: Fiume Mazaro lato Ovest, litorale Tonnarella, confine con il comune di Petrosino, Statale 115 e via Falcone Borsellino, comprendente anche le aree a Nord, Mazara 2, Borgata Costiera, confine con il comune di Campobello di Mazara, litorale Mazara-Torretta Granitola.

Nella nota diffusa dal Comune di Mazara del Vallo, viene specificato che “In attuazione dell’ordinanza del Presidente della Regione n. 1 Rif/2021 ed a seguito della precedente comunicazione dell’Asp di Trapani che si è dichiarata impossibilitata a gestire la raccolta domiciliare ed il conferimento dei rifiuti prodotti dalle persone poste in quarantena Covid, con l’ordinanza sindacale n. 101 del 15 ottobre 2020 il Comune di fatto interviene in via sostitutiva all’Asp”.

“Per le persone in isolamento domiciliare – si anticipa inoltre – il servizio di raccolta rifiuti, secondo le modalità sopraindicate, cesserà alla comunicazione telefonica o tramite whatsapp al numero 333 6192051 dell’esito negativo del tampone e della fine della quarantena, naturalmente previa verifica presso l’Asp. Subito dopo la fine della quarantena, i soggetti interessati dovranno riprendere le normali modalità di raccolta differenziata”.