Favignana, il sindaco chiede maggiori controlli alla Capitaneria di Porto

Forgione: "Senza adeguate misure si possono prefigurare anche problemi di ordine pubblico"

Favignana, il sindaco chiede maggiori controlli alla Capitaneria di Porto
Scrivi -Luigi Nacci- per Consiglio comunale Erice

Il sindaco di Favignana Francesco Forgione ha inviato una nota al comandante della Capitaneria provinciale di Trapani Paolo Marzio e per conoscenza al Prefetto di Trapani Filippina Cocuzza, al presidente della Regione siciliana Nello Musumeci e all'ammiraglio Giovanni Pettorino del Comando generale del Corpo della Capitaneria di Porto.

Siamo già a luglio – scrive Forgione – e la stagione è già entrata nel vivo. L’isola di Favignana è stracolma di turisti e il suo porto già saturo in tutti i posti di ormeggio disponibili. Non devo essere io a sottolineare come con l’aumento delle linee in periodo estivo e con l’arrivo delle imbarcazioni che quotidianamente trasportano turisti a centinaia per i tour delle isole la situazione diventi insostenibile. Altrettanto grave è la situazione in mare, con centinaia di barche sottocosta in ogni posto dell’isola senza alcun controllo. Per quanto ci riguarda è una realtà sempre più grave che non può essere accettata. Il porto di Favignana da giugno a ottobre non è lo stesso porto dei mesi invernali. Vi passano ogni giorno migliaia di persone e vi attraccano centinaia di imbarcazioni. A fronte di questa situazione non si comprende come non si integri l’organico della capitaneria dell’isola che ha il controllo anche di Levanzo e consta di 4 unità compreso il Comandante. Come si possono effettuare i controlli nell’area portuale e in mare con sole 4 unità di organico e come è possibile che non si consideri il salto di qualità del porto tra i mesi invernali e quelli estivi? La situazione è già insostenibile e mia auguro che se ne prenda coscienza a tutti i livelli perché senza adeguate misure si possono prefigurare anche problemi di ordine pubblico”.