Fissata l'udienza del ricorso della lista Centrali Sicilia - Sicilia Futura IV

Fissata l'udienza del ricorso della lista Centrali Sicilia - Sicilia Futura IV
Scrivi -Luigi Nacci- per Consiglio comunale Erice

A seguito del provvedimento adottato dalla prima sottocommissione elettorale circondariale per l’elezione del sindaco e del consiglio comunale di Alcamo, con il quale è stata negata l’ammissione della lista "Centrali per la Sicilia - Sicilia Futura IV, alla competizione elettorale, è stato presentato un ricorso dinanzi al Tar di Palermo per chiedere l’annullamento del procedimento di esclusione. Il Tar visto il carattere di urgenza, ha già fissato l’udienza per il 24 settembre. I sostenitori della lista dell'ex sindaco di Alcamo, Giacomo Scala, sostengono che essendo Sicilia Futura un partito presente con il proprio simbolo all’ARS, non era necessario raccogliere le firme ed hanno fatto pervenire all’ufficio elettorale una nota con firma autenticata nella quale il segretario regionale del Movimento politico ha precisato che: “Il Movimento Sicilia Futura è presente all’Assemblea Regionale con la denominazione SF-Italia Viva. Ma la sottocommissione ha rilevato che si tratta di una difformità, poichè all’ARS vi è un gruppo parlamentare composto da due partiti: Sicilia Futura e Italia Viva e, in ogni caso, ci sarebbe un'altra difformità che lederebbe la validità della lista: cioè la presenza sul logo della lista della dicitura “CentrALi” che è collegata ad un movimento politico culturale che non ha né statuto né sede e nemmeno un logo registrato.