Amministrative Alcamo: esclusa la lista di Scala

Amministrative Alcamo: esclusa la lista di Scala
Scrivi -Luigi Nacci- per Consiglio comunale Erice

La commissione elettorale comunale ha deliberato di non ammettere la lista di Giacomo Scala alle elezioni del Sindaco e del Consiglio comunale di Alcamo. Esclusa perché  “Non sono stati rispettati da parte dei delegati di “Sicilia Futura” i requisiti di legge per carenza di legittimazione per la presentazione della lista senza sottoscrittori e per difformità del contrassegno di partito con quello depositato per la partecipazione alle elezioni”. Sono al momento solo due le liste che appoggeranno, pertanto, la candidata Giusy Bosco: PD e UDC, tuttavia il responsabile della lista esclusa farà ricorso al TAR che dovrà poi pronunciarsi entro mercoledì. I sostenitori della lista sostengono che, essendo Sicilia Futura un partito presente con il proprio simbolo all’ARS, non c’era bisogno di raccogliere le firme ed hanno fatto pervenire all’ufficio elettorale una nota con firma autenticata nella quale il segretario regionale del Movimento politico ha precisato che: “Il Movimento Sicilia Futura è presente all’Assemblea regionale con la denominazione SF-Italia Viva, il cui capogruppo è l’onorevole Nicola D’Agostino”. Ma la sottocommissione ha rilevato che si tratta di una difformità, poichè all’ARS vi è un gruppo parlamentare composto da due partiti: Sicilia Futura e Italia Viva e, in ogni caso, ci sarebbe un'altra difformità che lederebbe la validità della lista: cioè la presenza sul logo della lista della dicitura “CentrALi” che è collegata ad un movimento politico culturale che non ha né statuto né sede e nemmeno un logo registrato. La lista, pertanto, è stata esclusa per carenza dei requisiti fondamentali di legittimità. Entro la giornata di oggi verrà comunque presentato ricorso innanzi al Tar per provare a rendere valida la lista di Giacomo Scala.