Don't Touch, entro oggi le domande per il corso di formazione

Don't Touch, entro oggi le domande per il corso di formazione
Scrivi -Luigi Nacci- per Consiglio comunale Erice

Scade oggi il termine per la presentazione delle domande al corso di specializzazione e perfezionamento “Prevenzione e strategie d’intervento: IL FENOMENO DELL’IMMIGRAZIONE E LE DISCRIMINAZIONI SOCIALI (Diritti umani, violenza sui minori e sulle donne). L’iniziativa è realizzata nell’ambito del progetto FAMI “Don’t Touch”, promosso dalla cooperativa sociale Badia Grande per prevenire e contrastare le violenze di ogni genere nei confronti dei minori stranieri residenti nelle province di Trapani, Palermo e Agrigento.

Il corso è  organizzato dal Consorzio Universitario UNISOM- partner del progetto Don’t Touch assieme all’Asp di Trapani- e dal Dipartimento di Scienze Psicologiche, Pedagogiche, dell’Esercizio Fisico e della Formazione dell’Università di Palermo.

Il corso è gratuito ed è rivolto a 200 operatori, pubblici e privati, impegnati nel settore dell’immigrazione o che svolgono attività di presa in carico, tutela, accoglienza ed educazione dell’utenza straniera. Gli ambiti professionali di appartenenza sono: – Servizi sociali – Servizi sanitari – Servizi scolastici -didattici – Servizi  demografici  –  Servizi  alla  persona  –  Servizi amministrativi.

Il conseguimento del titolo consentirà all’allievo di ottenere n° 30 crediti ECM. Il corso è accreditato al Consiglio Regionale dell’Ordine degli Assistenti Sociali.

Al progetto “Don’t Touch” hanno già aderito i Comuni di Trapani, Palermo, Valderice e Agrigento e la Caritas Diocesana di Agrigento. Tra le attività progettuali è prevista l’apertura di 3 sportelli antiviolenza; l’attivazione del servizio di Mediazione Linguistica e culturale e l’attivazione e gestione di un’unità mobile itinerante che, grazie all’equipe multidisciplinare, fornisca nei diversi territori informazioni e consulenza.