Seminario del Sindacato Autonomo di Polizia di Trapani

E' intervenuto il segretario generale Stefano Paoloni

Seminario del Sindacato Autonomo di Polizia di Trapani
Scrivi -Luigi Nacci- per Consiglio comunale Erice

Ieri presso la Sala “li Muli” di Palazzo Riccio di Morana si è tenuto il Seminario di formazione organizzato dalla Segreteria Provinciale del Sindacato Autonomo di Polizia (S.A.P.) di Trapani, dal titolo: “Il Sistema previdenziale della Polizia di Stato, ed il rinnovo contrattuale con le novità introdotte dalla recente Legge di Bilancio”. La tematica, dai requisiti tecnici di interesse degli appartenenti alla Polizia di Stato, è stata relazionata dal segretario generale del S.A.P., dottor Stefano Paoloni, per l’occasione nella citta di Trapani dopo aver partecipato il giorno prima all’inaugurazione nel “Giardino della Memoria” della targa che racconta la strage di Capaci, nell’ambito della manifestazione organizzata sempre dal Sindacato Autonomo per il trentennale delle stragi di Capaci e via D’Amelio. All’incontro, oltre al Questore di Trapani, dottor Salvatore La Rosa, ed ai vertici dell’Amministrazione locale della Pubblica Sicurezza, hanno partecipato: il Segretario Nazionale Giuseppe Coco, il Segretario Regionale Piero Billitteri ed i Segretari Provinciali Antonio Basile (Catania), Massimo Nicolicchia (Palermo) e Peppe Culcasi (Trapani). Tra gli interventi, molto apprezzato è stato quello del cappellano della Polizia di Stato della Questura di Trapani, Don Tony Adragna che, oltre dell’assistenza spirituale alla Polizia ha parlato della fiducia e della vicinanza che i cittadini, con ancora più autorevolezza, devono avere nei confronti degli operatori del settore ed in generale con tutte le forze dell’ordine che lavorano quotidianamente per garantire la sicurezza malgrado le difficoltà, sempre più consistenti, derivanti dalla perdurante carenza di personale e risorse. Il Seminario, che è equivalso per i partecipanti come giornata di “addestramento professionale”, è stato preceduto, in Questura, da un incontro con il Questore per fare il punto sugli argomenti di maggiore attualità della città: dalla carenza del personale, ormai divenuta cronica, alla presenza sul territorio delle volanti,
commissariati compresi, al fenomeno dell’immigrazione clandestina con i piccoli sbarchi” sulle Isole (Pantelleria in particolare), considerati “fantasma”.