"Musica e criminalità minorile", pubblicato il nuovo libro del trapanese Giacomo D'Angelo

Scrivi -Luigi Nacci- per Consiglio comunale Erice

È stato pubblicato da Quick Edizioni il libro "Musica e criminalità minorile" del musicista trapanese Giacomo D'Angelo. 

"Partendo dall’idea che anche la musica possa essere uno strumento efficace di prevenzione della criminalità minorile, il testo si caratterizza per presentare una proposta di didattica musicale innovativa che accompagni gli allievi contestualmente nella loro crescita personale, sociale e di formazione musicale. 

La prima parte racconta di un insegnamento che pensa e vive la musica come strumento in grado di sviscerare il sostrato affettivo, sociale e sonoro del bambino affinché sia in grado di avere i mezzi con cui costruirsi nel tempo una norma, una squadra che lo aiuti a tracciare le rette del suo orientamento nel mondo.

La seconda parte si arricchisce di indicazioni pratiche, di schede formative divise per lezioni al fine di dare i giusti spunti agli educatori per l’implementazione della nuova didattica. 

È viaggiando tra gli abitanti del paese immaginario di “Musilega”, tra canzoni e articoli della Costituzione, tra colori e parole, che l'autore intende fornire all’insegnante uno strumento agevole e leggero per aiutare il bambino nella formazione della corretta coscienza di sé e degli altri". Disponibile nei vari siti di librerie italiane.