Sciopero nazionale per l’abolizione dell’art. 177 del codice degli appalti

Sciopero nazionale per l’abolizione dell’art. 177 del codice degli appalti

I lavoratori delle aziende di igiene ambientale EnergeticAmbiente, Trapani Servizi, Econord e Agesp questa mattina hanno partecipato in massa allo sciopero nazionale proclamato da Fp Cgil, Fit Cisl e Uil Trasporti per sollecitare la cancellazione dell’art. 177 del Codice degli appalti che rischia di mettere in pericolo migliaia di posti di lavoro. Lo mobilitazione ha coinvolto anche il lavoratori del settore elettrico, ugualmente coinvolti dalla vertenza.

“L’art. 177 – spiegano i segretari generali di categoria Enzo Milazzo, Rosanna Grimaudo e Giuseppe Tumbarello - obbliga le aziende concessionarie a esternalizzare l’80 per cento di tutte le attività, anche nei casi in cui le stesse vengano svolte direttamente dal proprio personale. In pratica, si obbligano le aziende a spezzettare il servizio con gare al ribasso, azzerando un servizio essenziale per le comunità locali con un impatto pesante a livello di costi economici. E’ chiaro che tutto ciò comporterà ripercussioni sociali con la perdita dei posti di lavoro. Non possiamo assistere alla destrutturazione di un settore fondamentale”.

“Ricordiamo – aggiungono – quanto importante è il comparto dell’igiene ambientale, ci basti pensare ai mesi di lockdown, durante i quali ha permesso al Paese in un momento particolarmente difficile di continuare a conferire rifiuti senza nessun rallentamento del servizio di raccolta e di pulizia delle nostre città. Chiediamo alla politica di intervenire immediatamente per evitare il disastro in un settore che, nonostante la crisi, va avanti con impegno. È il momento di un atto di responsabilità che garantisca i lavoratori, le aziende e tutte le comunità locali: mettiamo la parola fine a quanto di sciagurato previsto dall’art. 177”.

In rappresentanza dei lavoratori elettrici i segretari generali di Filctem Cgil e Uiltec Trapani Franco Colomba e Antonio Giaramita e il rappresentante sindacale Flaei Cisl Palermo Trapani Giuseppe Pantaleo.