«L'antimafia itinerante» fa tappa a Trapani

«L'antimafia itinerante» fa tappa a Trapani

Dopo l’appuntamento di Palermo, presso l’aula bunker del carcere Ucciardone, scenario simbolico dell’antimafia, dove è stato celebrato il maxi processo negli anni 1986/87,  la mostra dal titolo “Antimafia Itinerante” farà tappa a Trapani al Museo “Conte Agostino Pepoli” da domani e fino al prossimo 20 novembre. L' iniziativa, è stata voluta dal Direttore della Direzione Investigativa Antimafia, Maurizio Vallone e realizzata per celebrare il trentennale della fondazione, avvenuta il 29 ottobre 1991.
Si inizierà martedì 16 novembre, alle ore 09.00, con la presentazione della mostra agli organi d’informazione. Mercoledì 17 novembre, alle ore 11.00, si svolgerà il convegno sul tema “La nuova vita dei beni confiscati”, nel quale interverranno il Direttore della DIA, Maurizio Vallone, il Capo del I Reparto della DIA, Generale di Brigata Vincenzo Molinese, Consigliere dell’Istituto Nazionale Amministratori Giudiziari, Giuseppe Sanfilippo, il Presidente del Tribunale di Trapani,  Andrea Genna e il Direttore dell’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione
dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, Prefetto Bruno Corda.
L’evento potrà essere seguito in diretta streaming, dalle ore 11.00, sul sito della D.I.A., https://direzioneinvestigativaantimafia.interno.gov.it/.  I successivi giorni, con la collaborazione del Provveditore degli Studi di Trapani, saranno dedicati
per far conoscere alla comunità scolastica di Trapani e della provincia la manifestazione ed il suo significato storico e culturale. La mostra, negli orari di accesso al museo (9/17.30), resterà aperta per essere visitata dalla
cittadinanza, per l’intero periodo. Per accedere all’interno del museo sarà necessario esibire il “green pass”.