Trapani: pesca di frodo e resistenza a pubblico ufficiale, denunciati in quattro

Trapani: pesca di frodo e resistenza a pubblico ufficiale, denunciati in quattro

Nella notte appena trascorsa i Carabinieri della Motovedetta CC 811 “Pignatelli”, di concerto con il personale della sezione radiomobile, hanno denunciato con l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale, quattro uomini di età compresa tra i venti e i quarant'anni anni che a bordo di una barca in vetroresina alla vista dei carabinieri si sono dati alla fuga. Nel corso di un servizio di polizia marittima, il personale della motovedetta ha proceduto, nello specchio di mare antistante il porto della città, al controllo di una imbarcazione da diporto con a bordo quattro persone intente ad effettuare pesca di frodo. Nel corso del controllo l'uomo alla guida del natante ha compiuto una serie di manovre evasive, mettendo a repentaglio la sicurezza della navigazione, dandosi alla fuga in direzione del litorale di Nubia/Marausa. Allertata dalla Centrale Operativa una pattuglia in circuito della sezione radiomobile di Trapani che, l'operazione è proseguita via terra scongiurando lo sbarco e la fuga dei quattro. Ad attenderli, sulla terraferma nel territorio di Nubia, un altro uomo che aveva in custodia due auto e un carrello.  Messi alle strette dai Carabinieri e praticamente senza vie di fuga i quattro sono alla fine approdati sulle coste antistanti la torre di Nubia ed identificati. Nella circostanza al comandante è stata contestata la guida del natante senza la patente nautica ed è stato sanzionato con un verbale paria a 3.700 euro.