Pantelleria, ultimo saluto alle vittime della tromba d’aria

Pantelleria, ultimo saluto alle vittime della tromba d’aria

Si sono svolti tra ieri ed oggi, a Pantelleria, i riti funebri del vigile del fuoco e del pensionato che hanno perso la vita durante la violenta tromba d’aria che ha colpito l’isola venerdì scorso.

Questa mattina, un corteo con in testa uomini e mezzi dei Vigili del Fuoco, ha attraversato la zona del porto con il feretro di Giovanni Errera, pompiere di 47 anni che era sposato e padre di due bambini. La sua bara, coperta dal Tricolore, è stata seguita fino all’imbarco sulla nave per Trapani, che è salpata alle 11. Nel capoluogo, la salma del vigile del fuoco sarà cremata, nel rispetto della volontà che era stata espressa ai propri familiari.

Nella chiesa del Santissimo Salvatore è stato invece celebrato il funerale dell’altra vittima, Francesco Valenza, pensionato di 86 anni. Le esequie si sono svolte ieri mattina, con la concomitante chiusura delle attività commerciali per il lutto cittadino subito proclamato dal sindaco Vincenzo Campo.

Intanto, sono in miglioramento le condizioni di due coniugi, ricoverati all’ospedale “Bernardo Nagar” a causa di diverse fratture riportate durante la tromba d’aria. La coppia, residente a Pantelleria, resta sotto osservazione, a differenza di altri sette feriti arrivati al pronto soccorso venerdì scorso e dimessi nel giro di poche ore: tre operai palermitani che si trovavano sull’isola per lavoro e quattro turisti laziali.

Pantelleria, ultimo saluto alle vittime della tromba d’aria