Le canzoni italiane dedicate ai figli

fate voi la vostra classifica

Le canzoni italiane dedicate ai figli
Scrivi -Luigi Nacci- per Consiglio comunale Erice

In principio fu i Festivalbar: ricordate? Ancora esistevano i juke-box, e con il nostro gettone decretavamo la canzone più ascoltata dell’estate. Quanti ricordi, la sera al lido ad ascoltare le nostre hit preferite.
E di classifiche si nutre il mondo radiofonico, oramai ce ne sono di ogni tipo: la classica top10, la più innovativa top-streaming, per poi spaziare tra quelle settoriali (hip-hop, metal, grunge, pop etc etc etc).
Ecco, noi oggi vogliamo proporvi una classifica di quelle settoriali, ma il posizionamento delle singole canzoni lasciamo sceglierlo a voi.
Ci siamo dilettati a fare una ricerca tra le canzoni che nell’ultimo quarantennio (più o meno) la musica italiana ha voluto dedicare ai “figli” e ne abbiamo trovate davvero tante.
Ve le riportiamo in ordine rigorosamente temporale, a Voi il compito di creare la vostra  classifica del “sentimento”.

1982
Claudio Baglioni AVRAI
Era il 19 Maggio 192, e dal matrimonio con Paola Massari, nasceva Giovanni, unico figlio di Claudio Baglioni. 
La canzone, in pieno stile Baglioni,  è iconica, e richiama nel suo testo tutto ciò che un padre immagina per un figlio, al quale una vita si dispiega davanti.

1983
Eugenio Finardi AMORE DIVERSO
Forse una delle canzoni più struggenti dedicate ad una figlia. Parliamo di Elettra, primogenita di Eugenio Finardi, nata nel 1982. Il cantautore aprendo la sua anima nel testo della canzone, spiegain una intervista “Elettra, è affetta da sindrome di Down. L'ho amata e la amo moltissimo, ma in quel momento fu un trauma: mi sentii diverso io per primo, come se la sua malattia fosse una condanna per qualcosa che io avevo fatto. Sprofondai nella depressione. Credo non ci sia un genitore di bambino disabile che non abbia fatto i conti con una crisi personale. Cerchi un motivo per quello che è successo, e pensi che quel motivo sei tu. Poi però passa, e più che i motivi, diventa importante trovare soluzioni. Capisci che non è tutto dolore. I primi anni di Elettra mi hanno dato grandi gioie: i suoi primi passettini, il comunicare con lei... ogni cosa era eccezionale”.

1984
Fabio Concato FIORE DI MAGGIO
Dedicata alla sua primogenita, Carlotta, la canzone è un vero e proprio inno all’amore paterno. Versi come “nata dove c’è sempre il sole” ci danno trasferiscono immagini indelebili.

1996
Eros Ramazzotti L’AURORA
Era il 5 dicembre 1996, e dal matrimonio Tra Eros Ramazzotti e Michelle Hunnziker, nasceva Aurora; poteva il cantautore romano perdere occasione per dedicarle una canzone? Domanda retorica, come retorico potrebbe sembrare il testo, ma si sa il cuore di una padre non può che vedere nella figlia una stella, alla quale fa il più grande augurio: credere, perché se lei crederà, si ritroverà laddove altri non sono arrivati

1998
Ligabue DA ADESSO IN POI
Dedicata a Lorenzo Lenny, primogenito del cantautore di Correggio, la canzone ribalta le prospettive, e nel testo il padre si augura che il figlio sia pronto ad accogliere i genitori.

1999
Jovanotti PER TE
Una dichiarazione d’amore, quella di un padre (Lorenzo Cherubini) alla figlia (Teresa Lucia, nata il 13 dicembre 1998): una ninna nanna nella quale il genitore, impreparato al nuovo arrivo, capisce di doverlo proteggere da tutto e tutti.

2001
Pino Daniele SARA NON PIANGERE
Dedicata alla figlia, il compianto cantautore partenopeo, canta “Sara devi crescere, imparerai a guardare il cielo, ad inseguire un sogno vero, nelle cose della vita” … una canzone accorata, che potremmo dire fa sciogliere l’anima, una strada da percorrere piena di ostacoli oltre i quali c’è sempre solo il sorriso di un figlio.

2005
Francesco Renga ANGELO
Vincitrice del festival di Sanremo del 2005, la canzone è dedicata ad Jolanda, primogenita del cantautore bresciano.
Ma questa paura per te non passa mai”:  è questo il sentimento che il padre prova per l figlia , ma crede di non poterla sostenere abbastanza tanto da dover chiedere aiuto ad un’entità superiore, che possa difenderla laddove non arrivo lui (“Angelo, prenditi cura di lei”).

2011
Gianna Nannini OGNI TANTO
Il 26 Novembre 2010, nasce Penelope, figlia della cantautrice senese, e la madre celebra il suo immenso amore per il nuovo arrivo in una serie di versi nei quali è palpabile una gioia infinita.

2014
Tiromancino IMMAGINI CHE LASCIANO IL SEGNO
Scritta da Federico Zampaglione, è un inno all’amore di un padre verso la figlia (Laura, nata dalla relazione dell’autore con l’attrice Claudia Gerini). 
Canzone intensa e poetica per la nascita del suo grande amore che ha fatto diventare tutto il resto della sua vita solo un contorno proprio perché il centro della sua esistenza è lei.

2014
Elisa A MODO TUO
Scritta da Luciano Ligabue, e “donata” alla cantante veneta, è una canzone dedicata alla figlia di quest’ultima, Emma Cecilia nata nel 2009.
Il testo, toccante e ricco, racconta quanto unica sia la vita, ma anche il timore avvertito dal genitore per tutti gli ostacoli che il mondo opporrà al figlio. Ma, il compito di un genitore è quello di dare sicurezza al proprio figlio mettendolo nelle condizioni di crescere al meglio ("Sarà difficile diventar grande prima che lo diventi anche tu. Tu che farai tutte quelle domande, io fingerò di saperne di più").

2019
Fedez PRIMA DI OGNI COSA
Brano che il rapper milanese, ha dedicato al figlio Leone, nato il 19 marzo 2018. Nel testo, l’autore vede se stesso come "un bambino" e "un cinico spietato", la cui vita è stata completamente rivoluzionata dalla paternità, e si diverte a immaginare il futuro del suo bambino. Non manca, ovviamente la citazione alla moglie, la blogger più famosa d’Italia, Chiara Ferragni ("Tua madre che mi bacia").

2020
J-Ax TUTTO TUA MADRE
Dedicato al figlio avuto il 24 febbraio 2017, il brano propone un testo diverso, rispetto quelli cui ci ha abituato l’ex articolo 31. Una canzone struggente, che racconta le difficoltà incontrate nell'avere un figlio, e nella quale l’autore mette a nudo sé stesso partendo da un fortissimo dolore, per arrivare alla gioia più immensa. (la nascita del figlio).