2B Control Trapani - Reale Mutua Torino: la gara dei granata

Momenti, commenti e retroscena delle gare dei nostri beniamini, con gli occhi sempre tinti di granata.

2B Control Trapani - Reale Mutua Torino: la gara dei granata
Scrivi -Luigi Nacci- per Consiglio comunale Erice

Vittoria importantissima ma soprattutto meritata. Negli ultimi anni Trapani quando incrocia Torino sembra moltiplicare le sue risorse disputando gara vicine alla perfezione. Coach Parente ha ruotato 9 uomini, trovando da loro il meglio in vari momenti della partita. Prima Romeo, poi Massone, infine Mollura sono stati decisivi nell'arco della gara, senza trascurare però che comunque tutti gli altri hanno saputo rendersi utili e contribuire alla vittoria finale.

Queste le pagelle:

Ygor Biordi: 2 pt in 12 min. Con questo ragazzo si rischia di essere ripetitivi. Ha piena coscienza del suo ruolo e questo gli consente di essere sempre utile. Quando è in campo le sue braccia sono come dei mulinelli che non si fermano mai, e spesso, come domenica, contro avversari dalla stazza superiore. I suoi due punti provengono da un rimbalzo offensivo dopo un suo stesso errore: più chiaro di così. Voto 6,5.

Sekou Wiggs: 7 pt in 26 min. Partita da interpretare la sua. Sicuramente poco appariscente, nel bene e nel male. La prima volta in stagione in cui non raggiunge la doppia cifra e le percentuali restano negative. Utilizzato anche meno del solito i più attenti hanno però potuto apprezzare il suo lavoro sporco in difesa e il suo contributo a rimbalzo (7) contro una squadra fisicamente enorme. Nel finale tenuto opportunamente in panca, vista la scelta del fallo sistematico da parte di Torino. Se gli italiani continuano il percorso di crescita delle ultime giornate, sarà il primo a giovarsene, sgravando le sue spalle ed eliminando dalle sue partite quelle forzature che abbiamo visto spesso fin qui. Insomma meno ma meglio. Voto 6.5.

Salvatore Basciano: n.e.

Elijah Childs: 11 pt in 30 min. Da un paio di partite sembra svagato. Caracolla per il campo in maniera quasi indolente. Però poi alla fine guardi il suo tabellino e annoti l'ennesima doppia doppia stagionale (14 rb). È la sorpresa più grande e migliore di questa prima parte di stagione, ha iniziato alla grandissima, oggi forse sta un po' tirando il fiato (o magari gli avversari cominciano anche a lavorarci su). La batteria di lunghi di Torino è tra le migliori del campionato, il nostro ha tenuto botta con tutti. Ah... giusto per ricordarlo, resta sempre un rookie. Voto 7.

Gabriele Romeo: 14 pt in 31 min. Ha iniziato la gara sapendo che sarebbe potuta essere l'ultima in maglia granata. Ha sfoderato la miglior prestazione stagionale (anche se il suo percorso è stato sempre in crescendo), impreziosita da una stoppata nel finale su Tray Davis che è stata il sigillo sulla sua partita. La notizia di ieri è che la società lo ha firmato fino a fine stagione: se lo è meritato alla grande, per il suo comportamento dentro e fuori dal campo. Candidato a diventare un grosso rimpianto per chi lo ha lasciato senza contratto ad inizio stagione. Voto 8 (mezzo punto in più per la serietà che ha mostrato in questi due mesi).

Vincenzo Guaiana: 0 pt in 5 min. Sta scalando un po'. Minutaggio decisamente ridotto ma qualità migliorata. Intensità difensiva e nessuna esagerazione in attacco. Basta e avanza. Voto 6+.

Valerio Longo: n.e.

Veljko Dancetovic: n.e.

Marco Mollura: 15 pt in 33 min. Si è gestito. Nel primo tempo si è "limitato" alla fase difensiva. Nel secondo ha acceso la miccia: ha firmato il pareggio con 6 pt consecutivi, frutto di una bomba e un gioco da 3 pt. Era più o meno il 28 minuto. Da lì in poi si è messo la squadra sulle spalle diventando il miglior marcatore granata e firmando un 6/6 dalla linea della carità che ha stroncato le velleità di fallo sistematico dei piemontesi. Aggettivi esauriti da tempo. Voto 7, 5.

Federico Massone: 13 pt in 24 min. Protagonista della fase centrale della partita. Ha ripetutamente spaccato in due la difesa (in alcuni casi onestamente complice) di Torino arrivando al ferro con una facilità disarmante. Sta crescendo (per nostra fortuna). Partecipa all'azione più bella della partita con un passaggio dietro la schiena che Romeo trasforma in assist realizzando una tripla. Voto 7.5.

Matteo Palermo: 3 pt in 24 min. Ha fatto fare agli altri. Ha partecipato alla fase difensiva alternandosi anche lui su Davis. Comunque ha distribuito 4 assist a dimostrazione della maturità di un giocatore che capisce che in questo momento è meglio dedicarsi alle piccole cose, senza strafare, portando diligentemente il proprio mattoncino. Voto 6.

Celis Taflaj: 5 pt in 13 min. Si illumina all'improvviso. Nel finale realizza una tripla di platino e i due tiri liberi della staffa. Ancora non è al 100% e questa, alla fine, è forse la notizia migliore per noi. Voto 6.5.

Daniele Parente: una settimana a inventarsi un modo per fare gli allenamenti. Ma domenica in campo non ce ne siamo accorti. Mantenimento dei ritmi bassi, grande pressione difensiva, quintetti apparentemente sbilanciati che ormai stiamo però imparando a conoscere e ad apprezzare, soprattutto perché sono gli avversari ad avere difficoltà di lettura. Piano partita rispettato in pieno. Alla fine siamo stati più lunghi di Torino e tutte le scelte fatte si sono rilevate corrette. Questa squadra diventa ogni giorno di più le sua squadra e i margini di miglioramento sono sotto gli occhi di tutti. Voto 7.5.