Paceco, approvate agevolazioni e riduzioni della Tari

Paceco, approvate agevolazioni e riduzioni della Tari

Varie agevolazioni sociali per le utenze domestiche e diverse riduzioni del tributo per le utenze non domestiche, sono contenute nella delibera riguardante la Tassa sui Rifiuti (TARI) approvata ieri sera dal Consiglio Comunale di Paceco, su proposta dell’Amministrazione comunale del sindaco Giuseppe Scarcella.

“Considerato il momento di grande difficoltà determinato dallo stato di crisi a causa anche dell’emergenza epidemiologica – sottolinea l’assessore alle Finanze, Gianni Basiricò – è ancor più doveroso, da parte dell’Amministrazione comunale, favorire le fasce più deboli e le famiglie disagiate, ma anche i commercianti e gli artigiani che sono stati danneggiati dal periodo di chiusura totale dei mesi scorsi”.

In particolare, la componente variabile della tariffa Tari, viene modificata come segue:
- riduzione del 100% per abitazione con almeno un occupante disabile con invalidità del 100%;
- riduzione del 70% per abitazione con almeno un occupante disabile con invalidità compresa tra il 70% e il 99%;
- riduzione del 20% per abitazione tenuta a disposizione per uso stagionale od altro uso limitato o discontinuo;
- riduzione del 20% in caso di locale diverso dall'abitazione ed area scoperta adibita ad uso stagionale o ad uso non continuativo ma ricorrente;
- riduzione di 2/3 in caso di unità immobiliari di proprietà di residenti all'estero;
- riduzione del 50% per le zone di transito e manovra degli autoveicoli all'interno delle aree degli stabilimenti industriali adibite a magazzini all'aperto;
- riduzione del 50% per le aree adibite in via esclusiva all'accesso nelle stazioni di servizio dei carburanti.

Inoltre, nella delibera sono previste le seguenti agevolazioni:
- esenzione totale a favore di soggetti con redditi certificati da modello ISEE pari a 0;
- agevolazione sociale pari al 70% con redditi certificati da modello ISEE inferiori a 7.000 euro;
- agevolazione sociale del 50% con redditi certificati da modello ISEE da 7.001 a 12.000 euro;
- esenzione totale del tributo Tari, per il periodo dal 1° marzo al 31 maggio 2020, quale misura di sostegno degli esercizi commerciali ed attività artigianali obbligati alla chiusura per effetto dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

L’atto deliberativo è stato approvato con i voti favorevoli di otto consiglieri di maggioranza (Rosselli, Cafarelli, Scarcella, Asta, Ingardia, Valenti, Maiorana, Ranno) e quattro voti contrari dell'opposizione (Cognata, Ricciardi, Martorana, Catalano, in disaccordo con le modalità della deliberazione); l’immediata esecutività dell’atto, per rendere efficace l’applicazione delle agevolazioni sociali a favore dell’utenza, è stata invece approvata all'unanimità dei presenti.

Rinfresca il tuo sito