Paceco, cambia la gestione dei rifiuti urbani per l’emergenza coronavirus

Paceco, cambia la gestione dei rifiuti urbani per l’emergenza coronavirus
Scrivi -Luigi Nacci- per Consiglio comunale Erice

“Disposizioni urgenti ed obbligatorie per la gestione dei rifiuti urbani durante l’emergenza sanitaria da coronavirus” sono state introdotte dall'Amministrazione comunale di Paceco, con un avviso all'utenza da parte dell’assessore all'Ecologia ed Ambiente, Giuseppe Ortisi.
L’avviso riguarda i rifiuti prodotti nelle abitazioni dove soggiornano soggetti positivi al tampone in isolamento o in quarantena obbligatoria (utenze e rifiuti di tipo A) e nelle abitazioni dove soggiornano soggetti in permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva (utenze e rifiuti di tipo A1):
1 - Non effettuare la differenziazione dei rifiuti. Tutti i rifiuti (plastica, vetro, carta, umido, metallo e indifferenziata) vanno gettati nello stesso sacco utilizzato per la raccolta indifferenziata. Anche i fazzoletti o i rotoli di carta, le mascherine, i guanti, e i teli monouso vanno gettati nello stesso sacco per la raccolta indifferenziata.
2 - Utilizzare due o tre sacchetti possibilmente resistenti (uno dentro l’altro). Chiudere bene i sacchetti utilizzando dei lacci di chiusura o nastro adesivo, senza schiacciarli ed indossando guanti monouso. Una volta chiusi i sacchetti, i guanti usati vanno gettati nei nuovi sacchetti preparati per la raccolta indifferenziata (due o tre sacchetti possibilmente resistenti, uno dentro l’altro). Subito dopo lavarsi le mani.
3 - Il Servizio di ritiro rifiuti verrà effettuato il martedì ed il venerdì, in orario pomeridiano.
4 - Il sacco dell’indifferenziato va esposto fuori dall'abitazione solo nel giorno di raccolta, dalle ore 13 alle 14, ben sigillato, accertandosi che lo stesso non sia forato e/o lacerato.
“Il ricorso alla presente forma di gestione dei rifiuti urbani – si ricorda nell'avviso – è adottato in esecuzione all'Ordinanza del Presidente della Regione Siciliana n. 2/Rif del 25/09/2021, al fine di garantire le regolari attività del ciclo integrato dei rifiuti, il contenimento del diffondersi del virus Covid-19 e la salvaguardia della salute pubblica. Stante la situazione emergenziale si confida nella massima collaborazione”.