Favignana, inchiesta AEGADES: per il PD il consiglio deve dimettersi in toto

Il locale circolo dei DEM si è riunito sabato scorso

Favignana, inchiesta AEGADES: per il PD il consiglio deve dimettersi in toto

I Dem locali non hanno alcun dubbio: tutto il consiglio comunale deve rassegnare le dimissioni e prepararsi ad una nuova fase post commissariale.
Si sono riuniti sabato scorso, a Favignana, alla presenza del Segretario provinciale Domenico Venuti e del Presidente dell’Assemblea provinciale Valentina Villabuona al fine di fare una analisi di quanto accaduto in questi giorni e tracciare l’avvio di una seria e profonda riflessione. Si dicono fiduciosi nell’operato della magistratura e delle Forze dell’ordine ma non possono non richiamare chi è stato eletto alle sue responsabilità.

"Dalle indagini - scrivono nella nota inviata alla stampa - emerge che l’operato politico dell’ex Sindaco Pagoto insieme ad ex amministratori e di altri funzionari Comunali è stato una costante violazione dei principi costituzionali di libertà, trasparenza, uguaglianza dei cittadini e del buon funzionamento della Pubblica Amministrazione. Buona parte dei Consiglieri Comunali erano e sono consapevoli di questo modo di operare, molti di loro figuravano nei colloqui maldestri di questo sistema inquinato che Pagoto ed altri sodali hanno messo su come se fosse un vero sistema".

 

 

Per questo, quindi, ritengono che il Consiglio Comunale non possa girarsi dall’altra parte e far finta di niente. "Maggioranza e minoranza sono ugualmente corresponsabili del crollo Amministrativo, morale e d’immagine che sta subendo l’Arcipelago delle Egadi".


Per i componenti del circolo PD di Favignana, dunque, rassegnare le dimissioni da parte di tutti i Consiglieri Comunali è un atto dovuto e occorre che sia immediato per dare un segnale di discontinuità.

Rinfresca il tuo sito