Un bel Trapani batte il Lamezia Terme e conquista 3 punti meritati

Di Vitale e Russo i gol della vittoria

Un bel Trapani batte il Lamezia Terme e conquista 3 punti meritati
Scrivi -Luigi Nacci- per Consiglio comunale Erice

Finalmente una vittoria contro una squadra importante, seppur in difficoltà di uomini. Il Trapani saluta i suoi tifosi per quest'anno (mercoledì si giocherà a Paternò in trasferta), battendo il Lamezia Terme, al termine di una buonissima partita, di grande determinazione e applicazione, non demoralizzandosi per le occasioni sbagliate nel primo tempo, compreso il rigore malamente sbagliato da Russo, accelerando ad inizio secondo tempo fino a trovare il gol del meritato vantaggio con Vitale e controllando la reazione, più nervosa che tecnica, degli ospiti per poi chiudere con Russo che, dopo aver colpito una traversa piena con un gran tiro da lontano, si faceva così perdonare l'errore del primo tempo. Il Lamezia Terme dopo un buon inizio e un paio di mezze occasioni, un tiro da lontano con Cultraro a terra dopo un'uscita un po' avventurosa dello stesso e una traversa spizzicata sempre con un tiro da fuori., è lentamente sparito dalla partita. Tanti i meriti di Trapani che ha occupato bene il campo, giocato molto sugli esterni e messo una determinazione che quest'anno non avevamo fin qui visto tante volte. Purtroppo l'imprecisione degli attaccanti ha fatto sì che al riposo si sia andati con il risultato fermo sullo 0 a 0. Nella ripresa però la musica è cambiata con il Trapani che ha velocizzato la manovra e con due azioni praticamente uguali, una dalla sinistra offensiva con Galfano che arrivava fin sulla linea di fondo e metteva in mezzo per il tocco vincente di Vitale al minuto 56 e l'altra, con il giovanissimo Pipitone che faceva lo stesso dalla fascia opposta e trovava in mezzo Russo che puntualmente metteva alle spalle del portiere Lai al minuto 73. Praticamente la partita finiva li, perché il Lamezia non ne aveva, anzi si è anche eccessivamente innervosita e ne ha fatto le spese Rusescu (in campo da 2 minuti) che si è fatto espellere. Dopo cinque, inutili, minuti di recupero l'arbitro mandava tutti sotto la doccia e i granata (oggi tuttavia in maglia bianca) tornavano finalmente e meritatamente a ricevere l'abbraccio dei propri tifosi. Tre punti importantissimi per il Trapani, che significano restare in scia alle squadre che occupano la zona playoff. Mercoledì si chiude l'anno andando a Paternò, un'altra squadra di alta classifica. Continuità diventa la parola d'ordine per acquisire soprattutto quella personalità che insegue il tecnico Morgia e che stiamo cominciando ad intravedere.