Denunciato tentativo di intimidazione stamattina allo stadio

Un gruppo di facinorosi si sarebbe presentato per impedire gli allenamenti

Denunciato tentativo di intimidazione stamattina allo stadio

A Trapani l’odio per la nuova proprietà non si placa. Da registrare stamattina un altro episodio che ha dimostrato tutte le intenzioni di intimorire la società e la squadra. Notevole il disappunto di Gianluca Pellino, nuovo patron del Trapani calcio, il quale ha dichiarato che “intorno alle 8 di oggi nel momento in cui la squadra stava per entrare allo stadio per allenarsi, si è presentato un gruppo di facinorosi alla guida di scooter per minacciare tutti e invitarli a non fare il proprio lavoro. Non si è riusciti a capire se avevano delle mazze o altro.  Adesso bisogna dire basta perché abbiamo bisogno di serenità e questa gente deve smetterla di mettere ostacoli cercando di impedire il nostro regolare lavoro. Ce la stiamo mettendo tutta per intraprendere la regolare attività di una squadra di calcio ma se questi pseudotifosi ce lo impediscono non possiamo continuare ad andare avanti. Debbono smetterla perché siamo saturi di una certa situazione che si è venuta a creare dopo il mio avvento. Non riesco a capire cosa vogliano. Dimostrano solamente di non avere a cuore il Trapani calcio ma di avere il solo vile scopo di mandare tutto all’aria. Lo ripeto. E’ ora che la finiscano. Non si devono più permettere. Nessuno deve venire a dirmi quello che devo fare. Se non sono contenti che se ne stiano a casa a fare altro. Noi dobbiamo lavorare. Lasciateci in pace”.  

-------

Intervento, a margine dell'articolo, del direttore responsabile della testata, Nicola Baldarotta.

"Stiamo ricevendo diverse contestazioni per questo articolo che riporta le dichiarazioni di Gianluca Pellino il quale ha confermato a me personalmente di avere proceduto con una denuncia ufficiale per quanto, secondo lui, avvenuto in queste ore. Ho ricevuto, altresì, diverse telefonate da parte di tifosi e colleghi giornalisti che mi assicurano di non aver visto niente che possa essere ricondotto ad atteggiamenti facinorosi da parte di tifosi. Personalmente ho chiamato la DIGOS senza ottenere alcuna conferma nè smentita circa la denuncia che Pellino asserisce di aver presentato formalmente. Capisco che è un brutto momento per tutti e ci tengo a rassicurare l'ambiente calcistico e dei tifosi in particolare in merito alla non volontà di questo giornale di creare incidenti diplomatici o quant'altro di disdicevole. Stiamo provando a fare il nostro lavoro. Da un lato riceviamo le smentite dei tifosi e dall'altro le conferme di Pellino. Mettetevi nei nostri panni. E grazie per la comprensione, i miei recapiti - come molti dei tifosi sanno . sono a vostra disposizione per chiarimenti". 
Nicola Baldarotta

Rinfresca il tuo sito