Rissa con finale in ospedale e in caserma dopo J.Stabia-Entella

Colpito un calciatore ligure

Rissa con finale in ospedale e in caserma dopo J.Stabia-Entella

Finale thrilling in Juve Stabia-Virtus Entella. Molta tensione in campo e alla fine tutto si conclude con una rissa.  Il calciatore dell’Entella, Mauro Coppolaro, in ospedale per farsi refertare e tre persone identificate: il collaboratore tecnico della Juve Stabia Pasquale D’Inverno, l’attaccante Luigi Canotto e una terza persona (probabilmente un dirigente) sono finiti in commissariato. I tesserati sarebbero in stato di fermo. Sul campo la lite era iniziata al 54’, tra Mauro Coppolaro e Luigi Canotto che in uno scontro fortuito di gioco si sono pizzicati. Comincia un parapiglia con spintoni e altro. A farne le spese, oltre ai due protagonisti, anche Crimi dell’Entella. Tutti espulsi. A fine partita Coppolaro ha un battibecco con uno stewart dello stadio e lo aggredisce. Interviene in sua difesa il collaboratore dello staff tecnico della Juve Stabia, Pasquale D’Inverno, che colpisce il calciatore ligure e se la prende pure con i poliziotti che cercano di calmarlo. Si giunge alla rissa. Tanto nervosismo e paura con l’intervento delle forze dell’ordine che portano i protagonisti in caserma per essere identificati. Per D’Inverno, che avrebbe colpito con un pugno Coppolaro, arriva la denuncia a piede libero. Il difensore dell’Entella al ritorno a Lavagna si è recato anche in ospedale per essere refertato, poi è tornato con i propri compagni. Il marasma generale è accaduto sotto gli occhi di un delegato della Lega di B. Si vocifera che sia l'Entella che Coppolaro potrebbero sporgere denuncia per l'aggressione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Rinfresca il tuo sito