Coffe Break di Giusi licata

Castori, «Il Livorno rimaneggiato è un tranello, non cadiamoci»

Castori, «Il Livorno rimaneggiato è un tranello, non cadiamoci»

Chiaro monito di Fabrizio Castori, allenatore del Trapani calcio, prima dell’incontro contro il Livorno. “Non bisogna assolutamente sottovalutare la formazione ospite dopo le voci che si sono susseguite nelle ultime ore. Sono solamente due i giocatori importanti che la società livornese ha mandato a casa e cioè Marras e Ferrari. Tutti gli altri elementi a cui non è stato rinnovato il contratto erano infortunati oppure non giocavano. Basta documentarsi bene. Non cadremo in questo tranello e scenderemo in campo concentrati al massimo. Se ci fate caso anche a noi mancheranno tre giocatori come Pagliarulo squalificato e Biabiany e Del Prete che non rientravano più nei nostri programmi. Il confronto è da considerare sullo stesso piano. Non credo assolutamente ad un Livorno ridimensionato o rassegnato. Sarà una partita che affronteremo con la massima attenzione e determinazione”. Riguardo a qualche errore riscontrato nella gara disputata a Cosenza, il tecnico ha indicato che “Non parliamo di Cosenza perché le partite una volta giocate non tornano più. In questo momento quel che conta è il recupero fisico dei nostri calciatori che affronteranno la terza partita in otto giorni. Avrò disponibile Luperini che ha giocato per l’ultima volta il 10 marzo. E’ importante averlo tra i convocati però non credo abbia molti minuti nelle gambe e per riportarlo in condizione ci vorrà un po’ di tempo”. Ha concluso dichiarando che “La squadra è sicuramente cresciuta e continuerà a migliorare secondo le mie aspettative. L’energia l’l’abbiamo. Non dimentichiamo che l’energia nasce dalla fame, dalla voglia che c’è di raggiungere la salvezza. Per come io la penso, la stanchezza è l’alibi dei deboli non possiamo permetterci di dire che siamo stanchi”.

Rinfresca il tuo sito