Benvenuta a Maia, futura capo ultras granata. Auguri a mamma e papà

Alle 6.07 di questa mattina la piccoletta ha fatto diventare papà Giancarlo Candela, uno dei capi ultras del Trapani calcio

Benvenuta a Maia, futura capo ultras granata. Auguri a mamma e papà
Scrivi -Luigi Nacci- per Consiglio comunale Erice

Una gioia, come solo la nascita di un figlio può rappresentare. Per Giancarlo Candela, uno fra i capi ultras del Trapani calcio più conosciuti ed apprezzati, immaginiamo non ci siano trombe e fumogeni a sufficienza per urlare al mondo la sua felicità.
Da stamattina, alle 6.07 lui e la sua compagna, Melania Bosco, sono diventati genitori di Maia, uno splendore di bambina che - con cotanto padre - si appresta a diventare una futura capo ultras granata. 

Maia e la mamma stanno bene e non vedono l'ora di abbracciare il neo papà che, però, è alle prese con il Covid ed è quindi impossibilitato per ora a stare con le due: 

"PURTROPPO LA VITA ME L'HA MESSA ALL INCROCIO DEI PALI ANCORA UNA VOLTA E NON SO QUANDO POTRÒ SENTIRE IL SUO ODORE IL SUO CUORICINO" - dichiara Giancarlo con un'emozione che raramente lo ha caratterizzato. 

"Per fortuna sono vaccinato contro il Covid - precisa - e me la sto cavando, tutto sommato, con un lieve malessere. Il Covid non va sottovalutato - aggiunge - è proprio una brutta bestia".

Giancarlo quando porterai la piccoletta allo stadio Provinciale?
"Il prima possibile - dichiara raggiante - sono certo che vorrà crescere granata".

Tanti auguri, dunque, a Maia e ai suoi genitori. Forza Giancarlo, riprenditi presto.
E forza Trapani.

Benvenuta a Maia, futura capo ultras granata. Auguri a mamma e papà