Erice, quell'isola pedonale ad alto rischio

L'ex assessore Spagnolo: "Rimango basito, non sanno garantire sicurezza"

Erice, quell'isola pedonale ad alto rischio

Un deterrente per evitare i sorpassi e limitare la velocità in quel tratto di lungomare Dante Alighieri dove non era raro (e non lo è ancora oggi) assistere a veicoli che sfrecciano velocissimi malgrado il limite di 30 Km orari che vige.
Le dodici isole pedonali che l'Amministrazione Comunale di Erice, tramite l'ex assessore Peppe Spagnolo, ha fatto installare sul lungomare, però, sono diventate esse stesse un pericolo per l'incolumità pubblica. Specie di notte, visto che mancano del tutto i cosiddetti "occhi di gatto" che ne segnalano la presenza in mezzo alla carreggiata.
Fortunatamente non è ancora successo nulla ma il rischio è davvero dietro l'angolo. 

"Queste isolette le ho volute fortemente - ci spiega l'ex assessore Spagnolo - e tra l'altro non sono costate alle casse comunali poichè le avevamo già nel patrimonio del Comune. Solo i soldi degli occhi di gatto che dovevano essere ordinati già tempo addietro e dei lampeggianti... ma non so dire perchè non siano ancora state predisposte e rese sicure. Io, come sapete, mi sono dimesso ormai quasi un mese fa dopo la sospensione della sindaca Daniela Toscano. Ho sollecitato, comunque, chi mi ha sostituito ma senza esito fin'ora".




Amareggiato e dispiaciuto, Peppe Spagnolo ci spiega l'intervento che lui dispose quand'era nel pieno del suo ruolo di assessore alla Polizia Municipale ad Erice.


Erice, quell'isola pedonale ad alto rischio

"Rimango basito dalla situazione che si è venuta a creare sul lungomare Dante Alighieri proprio sul tratto di spiaggia libera. Vivo quotidianamente questo tratto di strada e ho voluto fortemente questo intervento perchè l'anno scorso è stato investito un bambino da un'auto che ha superato un'altra autovettura che si era fermata proprio per fare passare il bambino. 
Questa è una strada ad alta intensità turistica dove doveva essere vietato il transito dei mezzi pesanti (ma continuo a vedere mezzi pesanti carichi di marmo e cemento che la attraversano), ho voluto queste isolette salva pedoni per calmierare la velocità die mezzi ed evitare i sorpassi. Seguivo quotidinamente la colloazione dei queste e or invece no, mancano tutti gli occhi di gatto catarifrangenti sulle linee di mezzeria che segnalano la presenza delle isolette e della rotonda. Avevo chiesto due segnali lampeggianti forti uno a san cusumano e uno asubito dopèo il cimitero per segnalare il pericolo ma anche questi non li vedo. Ho dato anima e cuore per questo intervento e la cosa che mi rincuora è che fino ad oggi non è stato investito alcun pedone ma la sera il rischio c'è.
Sono venti giorni, anche più, che ho segnalato all'assessore competente questa fonte di pericolo specie nelle ore notturne (considerato che il lungomare non è opportunamente illuminato) ma non ho ottenuto riscontro. Mi dispiace e mi aguro che questo articolo possa servire a sollecitare chi ha il dovere di tutelare e sorvegliare il territorio affinchè si trova subito il rimedio".

Rinfresca il tuo sito