In 800 senza la mascherina, chiusa la discoteca Cocos di Cornino

In 800 senza la mascherina, chiusa la discoteca Cocos di Cornino

I Carabinieri del NAS di Palermo, unitamente a personale della Stazioni Carabinieri di Custonaci, hanno proceduto alla sospensione immediata della nota discoteca “COCOS” di Cornino. In particolare, la notte tra martedì e mercoledì i Carabinieri hanno fatto accesso nel locale verificando il mancato rispetto della recente ordinanza regionale che ha imposto stringenti misure per il contenimento del Covid-19. Infatti, l’ordinanza n. 31 del 09/08/2020 della Regione Siciliana, per le sale da ballo ha da un lato confermato che non si possa ospitare oltre il 40% dell’afflusso di pubblico normalmente autorizzato, e dall’altro ha imposto per tutti gli utenti l’utilizzo della mascherina “negli ambienti al chiuso e all’esterno”. Nel corso del controllo, i Carabinieri hanno accertato che all'interno della discoteca , pur essendo rispettato il limite massimo di pubblico presente (circa 800 giovani, a fronte dei 2.000 posti normalmente previsti), gli utenti all’interno non indossavano la mascherina e non osservavano il previsto distanziamento sociale, creando una condizione di assembramento. Un dettagliato sopralluogo, ha inoltre permesso di verificare che all’interno del locale, un magazzino era stato adibito a deposito di alimenti, in violazione della specifica normativa di settore. Pertanto, si è proceduto alla sospensione immediata per 5 giorni del locale e il proprietario dovrà pagare la sanzione amministrativa prevista per la violazione. Gli atti sono stati trasmessi alla Prefettura di Trapani a cui competerà la valutazione circa un eventuale prolungamento della sospensione.

Rinfresca il tuo sito