Armi e munizioni in un terreno di «Ciccio Tempesta»

Armi e munizioni in un terreno di «Ciccio Tempesta»

Fucili e munizioni ritrovati in un terreno di proprietà di Francesco Domingo, detto "Ciccio Tempesta", considerato ai vertici del caln mafioso di Castellammare del Golfo. Il 64enne è finito in carcere ieri nell'ambito dell'operazione "Cutrara" che ha portato all'arresto di 13 esponeti della famiglia mafiosa del trapanese per associazione mafiosa, estorisione, furto e favoreggiamento. Ad eseguire la perquisizione, i carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Trapani di concerto con lo squadrone epiportato cacciatori di Sicilia, le unità addette alla ricerca armi del nucleo cinofili di Palermo e il quarto reggimento guastatori dei Vigili del Fuoco con un escavatore. Nello specifico, all'interno di un tubo in pvc nascosto tra un cumulo di pietre c'erano due fucili calibro 12, 26 cartucce calibro 12 di varie marche e diametro di pallini e dici proiettili calibro 38. Sotto un altro cumulo di pietre è stato trovato un barattolo contenente altri proiettili calibro 12 Tutto il materiale è stato sequestrato. 

Rinfresca il tuo sito