Coffe Break di Giusi licata

Armi e droga in casa, un arresto a Campobello di Mazara

Armi e droga in casa, un arresto a Campobello di Mazara

Nascondeva un piccolo arsenale e anche due piante di cannabis presso la sua abitazione, a Campobello di Mazara, ma armi e droga sono state scoperte dai Carabinieri impegnati in una serie di perquisizioni domiciliari.

Giovanni Norrito, 49 anni, originario di Castelvetrano, è stato quindi arrestato dai militari della locale Stazione, guidati dal maresciallo maggiore Pietro Fiorentino, nel corso di un mirato servizio straordinario di controllo del territorio, effettuato con l’ausilio del Nucleo Cinofili di Palermo.

Una minuziosa perquisizione in casa, ha permesso di rinvenire, abilmente occultati, un fucile a canne parallele senza marca calibro 12, due fucili monocanna tipo carabina ad aria compressa, una spada artigianale tipo katana priva di marca con lama affilata, una spada tipo sciabola, una pistola a gas priva di tappo rosso, 47 cartucce a pallini per calibro 12 e 9 cartucce a palla calibro 12.

Arrivati all’abitazione di Norrito, “i Carabinieri hanno sin da subito percepito lo stato di agitazione dell’uomo, motivo per cui hanno deciso di approfondire il controllo”. È spiegato in una nota diffusa dalla Compagnia di Mazara del Vallo, precisando che Giovanni Norrito, all’inizio delle operazioni, aveva spontaneamente consegnato le carabine, ma il fiuto del pastore tedesco dell’unità cinofila ha portato i militari in altri punti dell’abitazione facendo scoprire “non solo le altre armi, ma anche due piante di marijuana di altezza media di 85 centimetri, su un appezzamento di terreno adiacente all'abitazione”.

L’uomo, già gravato da precedenti di polizia, deve ora rispondere dei reati di detenzione illegale di armi, detenzione di arma alterata, detenzione abusiva di munizionamento, ricettazione e detenzione di sostanze stupefacenti.

Al termine delle formalità, Norrito è stato sottoposto agli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida prevista oggi al Tribunale di Marsala.

Nel corso del servizio straordinario, sono stati attivati anche diversi posti di controllo nelle principali strade del paese: sono state così identificate oltre 150 persone, a bordo di novanta veicoli, e quattro soo stati trovati in possesso di modiche quantità di stupefacenti e segnalati alla Prefettura.

“Il servizio straordinario – anticipano i Carabinieri - verrà ripetuto nei prossimi giorni con particolare attenzione nelle aree balneari e periferiche di Mazara del Vallo”.

Rinfresca il tuo sito