Cinque persone in arresto per spaccio di droga

L'operazione dei Carabinieri di Trapani ed Erice

Cinque persone in arresto per spaccio di droga

Arrestate cinque persone dai Carabinieri di Trapani nell’ambito della serrata azione di contrasto al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti. L’operazione è avvenuta il 27 ottobre scorso a cura delle stazioni di Erice e di Trapani-Borgo Annunziata, con il supporto del Nucleo Cinofili di Palermo-Villagrazia. I cinque soggetti, di cui tre facenti parte dello stesso nucleo familiare, sono Anna Maria Gerardi, trapanese, 53 anni, in atto sottoposta alla misura cautelare degli arresti domiciliari; Catya Angela Augugliaro, classe 1989 e Aldo  Sciarrone ALDO, classe 1999, tutti già gravati da precedenti di polizia. I carabinieri, nel corso delle perquisizioni eseguite presso le loro abitazioni hanno rinvenuto 400 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana non ancora confezionata, 16,23 grammi del tipo hashish suddivisa in 26 dosi, 4 piantine di marijuana e 1 bilancino di precisione. Inoltre i militari hanno tratto in arresto il ventenne Manuel Guarnotta in atto sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari, poiché trovato in possesso di 1,758 Kg di sostanza stupefacente del tipo marijuana, 2 bilancini di precisione e materiale vario per il confezionamento della sostanza illecita, e Salvatore Grammatico, trapanese, classe 2002, in atto sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari. Anche in questo caso, i militari operanti hanno rinvenuto 10 grammi di sostanza stupefacente del tipo hashish del peso complessivo di 5,36 grammi, oltre alla somma contante di 90 euro da ritenersi provento o profitto dell’attività illecita. Quanto rinvenuto è stato immediatamente sottoposto a sequestro. Espletate le formalità procedurali, Manuel Guarnotta è stato associato alla casa circondariale “Pietro Cerulli” mentre i restanti arrestati sono stati tradotti presso le rispettive abitazioni in regime degli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida. Ieri la competente Autorità Giudiziaria, ha convalidato gli arresti operati dai Carabinieri applicando, nel contempo, diverse misure cautelari.

 

 

Rinfresca il tuo sito