Impianto di contrada Belvedere, danni per circa due milioni di euro

Impianto di contrada Belvedere, danni per circa due milioni di euro

Ammontano a circa due milioni di euro i danni provocati dall'incendio che sabato mattina ha pratiocamente distrutto l'impianto di trattamento meccanico biologico dei rifiuti, che insiste in contrada Belvedere, gestito dalla Trapani Servizi. Questa mattina, sopralluogo effettuato dagli specialisti del nucleo NCBR dei Vigili del Fuoco di concerto con i carabinieri. Sull'accaduto la Procura di Trapani ha aperto un'inchiesta. Le fiamme, partite da un terreno limitrofo alimentate dal forte vento, hanno raggiunto l'interno dell'impianto. Distrutto il capannone di trattamento della frazione umida dei rifiuti e danneggiato l’impianto di trattamento della frazione secca. Nell’immediato Trapani servizi ha riorganizzato il ritiro dei rifiuti, considerato che la capienza dell’impianto e la capacità di trattamento, dell’umido e del secco residuo, è fortemente ridotta. In alcune zone del capoluogo l’umido non è stato ritirato. Trapani Servizi confida di poter gestire l’emergenza tornando a trattare i rifiuti fino a raggiungere il 60% di potenzialità dell’impianto. L’assessore regionale all’Energia e Rifiuti, Alberto Pierobon, ha definito strategico l’impianto trapanese ed ha assicurato l’intervento della Regione a partire dalla dotazione di due o tre tritovagliatori mobili per il trattamento dei rifiuti che saranno collocati nel piazzale di movimentazione di contrada Borranea, la discarica anch’essa gestita da Trapani Servizi. L'incendio si è sviluppato proprio il giorno dopo la pubblicazione da parte del dipartimento regionale, guidato da Calogero Foti, dell'atto di interpello per l'individuazione del direttore dei lavori per la costruzione di una nuova vasca nella discarica pubblica di contrada Borranea. Il progetto, attualmente in fase di verifica, vale 13 milioni di euro. 

Rinfresca il tuo sito