Diocesi di Trapani, una messa per le vittime della strage di Ustica

A 40 anni dall'abbattimento del DC-9 dell'Itavia

Diocesi di Trapani, una messa per le vittime della strage di Ustica

Con una celebrazione eucaristica nella chiesa di San Pietro, nel centro storico di Trapani, il vescovo Pietro Maria Fragnelli ricorderà le 81 vittime del DC-9 dell’Itavia abbattuto il 27 giugno del 1980 nelle vicinanze di Ustica.

La funzione religiosa, nell'ambito del triduo in onore di San Pietro, si svolgerà domani, sabato 27 giugno, a partire dalle 18.30, in presenza di alcuni familiari delle vittime, a quarant'anni dal disastro aereo. 

In particolare, "la preghiera riunirà il territorio trapanese intorno alle famiglie delle vittime Alberto Bosco di Valderice e delle altre della provincia, tra cui Francesca e Giovanna Lupo e tre bambini, figli di quest’ultima". Lo comunica l'ufficio stampa della Diocesi, anticipando che "al rito parteciperanno anche i sindaci di Trapani Tranchida e di Valderice Stabile, il Movimento Cristiano Lavoratori di Trapani e l’Associazione VadoOk di Valderice".

Furono almeno 13 i morti del territorio trapanese, nell’esplosione del DC9: Alberto Bosco, vldericino di 41 anni; Antonella Diodato, 7 anni, di Mazara del Vallo, i fratellini Giuseppe di appena un anno e Vincenzo di 10 anni che viaggiavano insieme alla mamma Giovanna Lupo di 32 anni e alla zia Francesca Lupo di 17 anni, di Castelvetrano; Vito Gallo, 25 anni, di Mazara del Vallo; Andrea Guarano, 38 anni, di Valderice; Vito Fontana, 30 anni, di Marsala; Guglielmo Norrito, 37anni, di Campobello di Mazara; Carlo Parrinello e Francesca Parrinello, di Marsala; Rita Guzzo, di Marsala.

Rinfresca il tuo sito