Finanza trova 70 mila euro, all'ex manager dell'Asp di Trapani

Finanza trova 70 mila euro, all'ex manager dell'Asp di Trapani

Settantamila euro in contanti, a tanto ammonta il denaro ritrovato dalla guardia di finanza di Palermo, in una cassatta di sicurezza di Fabio Damiani, ex direttore generale dell'Asp. E’ stato lo stesso Damiani, che fu pure responsabile della Cuc, la centrale unica di committenza della Regione sicilia, ad ammettere il possesso di quei contanti e a consegnare la chiave della cassetta di sicurezza ai finanzieri guidati dal colonnello Gianluca Angelini e coordinati dal procuratore aggiunto Sergio Demontis, con i sostituti Giovanni Antoci e Giacomo Brandini. Nell’indagine, denominata "Sorella sanita’", si ipotizzano condizionamenti degli appalti sulle forniture di beni e servizi a ospedali e Aziende sanitarie dell’Isola per 600 milioni di euro e finora sono state individuate tangenti date o promesse per 268 mila euro. L’ipotesi dell’accusa e’ che il denaro contante ritrovato nella cassetta di sicurezza non venisse versato nei conti ufficiali proprio per la sua provenienza sospetta. Le indagini sono in corso per accertarne l’origine. 

Rinfresca il tuo sito