Diffamazione a mezzo stampa, assolti i giornalisti Pipitone e Criscenti

Diffamazione a mezzo stampa, assolti i giornalisti Pipitone e Criscenti

Riconoscendo il "diritto di critica", il giudice della Prima sezione Civile della Corte D'Appello di Palermo ha assolto, ribaltando la sentenza di primo grado, i giornalisti Giuseppe Pipitone e Gianfranco Criscenti, denunciati per diffamazione a mezzo stampa dall'ex deputato regionale Franco Regina. I fatti risalgono a circa dieci anni fa. Regina contestava a Criscenti all'epoca direttore del quindicinale alcamese L'Isola e il giornalista Giuseppe Pipitone, un articolo dal titolo "Regina e i voti di Giuseppe Gricoli". L'ex deputato, in primo grado, pur ammettendo di aver incontrato Gricoli, si è difeso dicendo di non essere a conoscenza dei rapporti "pericolosi" dell'ex Re dei supermercati, considerato il "cassiere" del boss latitante Matteo Messina Denaro. Regina chiese allora un risarcimento del danno pari a 50 mila euro. Il giudice in primo grado condannò Pipitone e Criscenti al pagamento di 30 mila euro in favore di Regina. Oggi l'assoluzione. 

Rinfresca il tuo sito