Locogrande, in manette uno stalker

Locogrande, in manette uno stalker

 Stalker in manette a Locogrande. I carabinieri della piccola frazione agricola alle porte di Trapani hanno arrestato un uomo di 77anni, trapanese, accusato di atti persecutori continuati e violazione del divieto di avvicinamento alla parte offesa. La vittima è una donna, sposata, che l’uomo aveva conosciuto nel 2018 perché aveva fatto da badante alla moglie. Quando quest’ultima è morta il pensionato ha chiesto alla badante se fosse disposta a continuare a lavorare per lui. La proposta fu rifiutata. Un NO che non fu accettato. Da quel giorno il pensionato si è traformato in uno stalker seriale,  al punto da spingere la donna a presentare denuncia ai Carabinieri. Dalle indagini dei militari emerse come ogni giorno il 77enne passasse svariate volte dall’abitazione della sua vittima e le telefonasse insistentemente, fino a giungere ai danneggiamenti all’auto della donna, perfino spiegandole di compiere tali gesti perchè ripetutamente rifiutato. Il primo provvedimento a tutela della vittima è stato emesso nello scorso mese di aprile. Al pensionato è stato vietato di avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla donna. Misura che, però, non è bastata. L’ultimo gesto è stato ripreso dalle telecamere di videosorveglianza di una attività che hanno immortalato I'uomo mentre, violando il divieto di avvicinamento, bucava volontariamente le ruote dell’autovettura della vittima con degli arpioni appuntiti in ferro. Prova ultima e definitiva che, insieme alle altre condotte persecutorie, hanno permesso ai carabinieri di Locogrande di redigere il rapporto sulla base del quale la Procura di Trapani ha chiesto al Gip l'applicazione degli arresti domiciliari con l'ausilio del braccialetto elettronico

Rinfresca il tuo sito