Caso Ruggirello, presentata nuova istanza di scarcerazione

l'ex deputato regionale è risultato positivo al Covid19

Caso Ruggirello, presentata nuova istanza di scarcerazione

Dopo l'esito positivo del tampone ed il ricovero presso l'ospedale "Cotugno" di Napoli, i legali dell'ex deputato regionale, Paolo Ruggirello, hanno presentato una nuova istanza di scarcerazione al Tribunale di Trapani. Ruggirello si trovava rinchiuso presso le carceri di Santa Maria Capua Vetere. Lo scorso 31 marzo, il tribunale del capoluogo, aveva già rigettato un'istanza di scarcerazione, quando l'ex parlamentare regionale stava già male. Il tampone è stato però effettuato solo sabato scorso, dopo la denuncia pubblica da parte della figlia Monica e l'intervento del garante dei detenuti della Campania e l'associazione Antigone. Ruggirello venne arrestato lo scorso anno nell'ambito dell'operazione "Scrigno". Il mese scorso per il politico trapanese è arrivato il rinvio a giudizio. La data di inizio del processo era fissata per l'8 aprile. Tutto è però slittato a data da destinarsi a causa delle restrizioni imposte per l'emergenza coronavirus. Nella nuova istanza gli avvocati dell'ex deputato regionale hanno sottolineato la necessità di un traferimento ai domiciliari una volta finita la degenza e la disponibilità dei familiari di farso carico delle spese per il trasporto in elisoccorso. 

Video da Palermo per le accuse penali

Palermo, ex deputato del PD accusato di associazione mafiosa

Area download

Rinfresca il tuo sito